Blitz agli imbarcaderi di Casapound: "Messina e Reggio bloccate da un decreto folle"

Blitz agli imbarcaderi di Casapound: Messina e Reggio bloccate da un decreto folle
MessinaToday INTERNO

I militanti ieri hanno improvvisato una manifestazione agli imbarcaderi privati per ribadire la propria contrarietà alla scelta del governo.

Sicilia e Sardegna sono di fatto trattate in maniera diversa rispetto alle altre Regioni e tale disparità non può e non deve essere accettata.

Alle proteste per l'obbligo di attraversare la Sicilia con il super green pass, si è unito anche il movimento CasaPound. (MessinaToday)

Se ne è parlato anche su altre testate

Messina, attraverso il suo avvocato, Grazia Cutrino, del Foro di Trapani, ha presentato ricorso all’Autorità giudiziaria per chiedere l’annullamento del divieto di traghettare e, in attesa che la sua situazione si sblocchi, trascorre le sue giornate nel piazzale degli imbarcaderi. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Quando mi è stato chiesto il super green pass, ho risposto che ero sprovvisto. Di fatto alternative alla nave non ce ne sono, quindi perché non dovrei poter tornare a casa senza super green pass? (Il Vibonese)

Ma quello di Fabio Messina non è l’unico caso. Dopo aver dormito in precedenza in un sacco a pelo nel piazzale degli imbarcaderi, Fabio Messina la scorsa notte è stato ospitato da una famiglia di Villa San Giovanni. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Attraversa tutto lo Stivale senza green pass, fermato allo Stretto

Ci sono altri casi analoghi a quello di Fabio Messina, l’agente di commercio palermitano bloccato da lunedì scorso nel porto di Villa San Giovanni in quanto gli viene impedito di traghettare in Sicilia perché non vaccinato e quindi privo di Green pass. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

I non vaccinati o chi ha ricevuto la seconda dose del vaccino in un periodo superiore ai 120 giorni non può imbarcarsi sui traghetti. Risultato: stop forzato ai moli per chi non può mostrare il lasciapassare perché è scaduto, ha fatto solo la prima dose e non sono trascorsi 15 giorni, non vuole o non può vaccinarsi. (quotidianodigela.it)

Lo racconta lui stesso, sui social e ai media locali, nei video allegati in coda. “L’Italia finisce a Lampedusa, non in Calabria - lamenta - e non è possibile che a un cittadino che abita in Sicilia venga impedito di tornare a casa (RagusaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr