Infortunio sul lavoro a Rodano: morto Fabrizio Franzinelli, 46enne di Malonno

Infortunio sul lavoro a Rodano: morto Fabrizio Franzinelli, 46enne di Malonno
Più informazioni:
BresciaToday INTERNO

Un operaio di 46 anni, Fabrizio Franzinelli di Malonno, è morto in un incidente sul lavoro in via Papa Giovanni XXIII a Rodano (hinterland Nord-Est di Milano) nel primo pomeriggio di martedì 23 novembre.

Non è ancora chiaro cosa abbia innescato il cedimento del terreno, sul caso sono in corso accertamenti da parte degli agenti della polizia locale di Rodano e i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano

I primi a soccorrerlo, nel mentre che arrivavano i sanitari del 118, sono stati i suoi colleghi che si sono fiondati nello scavo. (BresciaToday)

La notizia riportata su altre testate

Avevano appena agganciato delle catene per rimuovere le paratie quando, nel farlo, un versante della trincea è crollato seppellendo l'operaio. La tragedia è avvenuta in via Papa Giovanni XXIII, intorno alle 13.30. (Il Giorno)

Cronaca Italia. L'operaio stava lavorando in un cantiere per le fognature, si trovava a due metri e mezzo di profondità quando è stato travolto dalla terra. Sul posto sono immediatamente giunti i servizi di soccorso ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. (Thesocialpost.it)

Sul posto sono intervenuti l'elisoccorso, i vigili del fuoco con Aps e il nucleo Saf, i carabinieri e i vigili urbani Fabrizio Franzinelli un operaio di 46 anni è morto a Rodano nel Milanese, travolto e sepolto da due metri di terra e cemento mentre stava lavorando in uno scavo di un cantiere stradale. (Leggo.it)

Nuovo impianto idrico e fognario a Talsano, partono i lavori del sesto lotto

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco con uomini del nucleo speleo-alpino-fluviale per estrarre il corpo dell'operaio, le ambulanze e le forze dell'ordine. Pare che l'uomo sia sceso in uno scavo per effettuare alcuni controlli quando è stato travolto da una massa di terra di una parete che ha ceduto. (La Repubblica)

Dalle prime informazioni sembra che l’uomo stesse lavorando per una ditta alla posa di alcune tubature nella zona industriale della cittadina, quando è rimasto sepolto sotto due metri di terra franata all’improvviso. (Zoom24.it)

Parte anche il sesto lotto del corposo intervento che Acquedotto Pugliese, in collaborazione con il Comune di Taranto, sta effettuando tra Talsano, Lama e San Vito. È un investimento corposo, da circa 10 milioni di euro, che abbiamo favorito in questi anni con l’aiuto del consigliere regionale Di Gregorio e del consigliere comunale Dante Capriulo. (Tarantini Time)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr