Il M5s cavalca Gratteri per stravolgere la riforma Cartabia

Il M5s cavalca Gratteri per stravolgere la riforma Cartabia
L'HuffPost INTERNO

E proprio alle parole di Gratteri “convenienza a delinquere” si appoggia ora il M5s per tornare a criticare la riforma Cartabia.

Solo ieri Conte assicurava al premier Mario Draghi che il M5S avrebbe appoggiato la riforma della giustizia del governo, voluta dal ministro Marta Cartabia.

Secondo Gratteri invece i magistrati italiani sono “i più produttivi in Europa”.

Secondo il M5s di tratta di “considerazioni che devono indurre tutti a rivedere e modificare nel profondo la riforma, soprattutto con riguardo a prescrizione e improcedibilità

Il M5s cavalca dunque l’opinione del magistrato per tornare alla carica sulla riforma Cartabia, già fortemente criticata sul tema della prescrizione. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri media

"C'è un approccio errato alla base della riforma, l'idea secondo cui il tempo eccessivo impiegato per i giudizi di Appello e Cassazione sia correlato alla scarsa produttività dei magistrati" continua. "Il 50% dei processi anche gravi" non si celebreranno con la riforma Cartabia e le nuove norme sulla prescrizione. (Adnkronos)

"La riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata" scrivono in una nota, dopo l'allarme lanciato da Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro, per il quale l'improcedibilità "riguarderà il 50% dei processi gravi" A chiederlo sono le deputate e i deputati del Movimento 5 stelle in commissione giustizia. (Adnkronos)

A lanciare quello che lui stesso definisce «un grande allarme sociale che riguarda la sicurezza» è il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri davanti alla commissione Giustizia della Camera, collegato in videoconferenza dal suo ufficio. (LaC news24)

Giustizia, l’allarme di Gratteri: «Con riforma Cartabia, il 50% dei processi improcedibile»

Oggi purtroppo quei tempi non potranno essere rispettati "Lo status quo non è un'opzione sul tavolo": è il monito lanciato dal ministro della Giustizia, Marta Cartabia, mentre si infiamma il dibattito sulla riforma della giustizia, con M5s che ha già depositato 916 emendamenti alla riforma del processo penale che il Movimento 5 Stelle deposita in commissione giustizia alla Camera. (AGI - Agenzia Italia)

“L’audizione oggi in commissione Giustizia alla Camera di Nicola Gratteri – dichiarano in una nota le deputate e i deputati del M5S in commissione Giustizia -, procuratore capo di Catanzaro, è stata drammaticamente chiara: la riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata”. (LA NOTIZIA)

È un anno e mezzo che non si fanno concorsi in magistratura, non si riuscirà a coprire nemmeno i pensionamenti» Il procuratore Nicola Gratteri. «Il 50% dei processi» finirà sotto la scure della improcedibilità con la riforma della prescrizione della ministra della Giustizia Marta Cartabia (Il Vibonese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr