Il Governo a lavoro sul green pass a due livelli: di cosa si tratta

Il Governo a lavoro sul green pass a due livelli: di cosa si tratta
Ultime Notizie Flash INTERNO

Il Governo a lavoro sul green pass a due livelli: di cosa si tratta. Il numero dei contagi da Covid sta nuovamente aumentando a causa – dicono gli esperti – della variante delta che sta preoccupando l’Italia e il resto del mondo.

Facciamo allora il punto della situazione per capire cos’è il green pass a due livelli e quali sono le caratteristiche di ciascun livello.

Adesso però le cose sembrano essere leggermente modificate e il Governo starebbe pensando di istituire due livelli di green pass a seconda della pericolosità di contagio dei vari luoghi. (Ultime Notizie Flash)

Su altre fonti

E aggiunge: “parlare di obbligo per studenti di 13 o 14 anni o per gli insegnanti non fa parte del mio modo di pensare un paese libero”. Le indicazioni e le possibili strette sulle inoculazioni irritano il fronte No Vax, anche in Italia (Radio Colonna)

Covid-19, cambio colori per le regioni e green pass: novità dal governo che potrebbe modificare i criteri in corsa. Ma il vero tema caldo al momento è legato al green pass. (Inews24)

Green pass obbligatorio, la possibile soluzione. Per questo, riporta il Corriere della Sera, una possibile soluzione di compromesso a cui sta pensando il governo per superare le divisioni tra i partiti porta ad un doppio livello di obbligo del green pass. (Impronta Unika)

Scuola: obbligo di vaccini ai prof, scontro Pd-Lega - ExpoitalyOnline

E sul green pass dice: “”Leggevo di multe di 400 euro se uno deve farlo per andare a prendere il caffè in piazza…intanto ne sbarcano a carrettate in Sicilia senza”, i migranti. In attesa che in settimana ne arrivino gli altri milioni di vaccini previsti (Metropolis)

Sono in arrivo i parametri definitivi per l’assegnazione dei colori alle Regioni – aggiunge – Il nostro documento è quasi pronto. In Friuli Venezia Giulia abbiamo il dato più basso: nove pazienti nei reparti Covid e zero in terapia intensiva”. (ilfriuliveneziagiulia.it)

Una bacchettata arriva però dallo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza, per il quale “nel dibattito sui vaccini non sono ammissibili ambiguità da parte di nessuna forza politica”. Secondo il report del governo, i cittadini immunizzati sono 27.311.228, pari al 50,57% della popolazione over 12. (Expoitalyonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr