Reddito di emergenza, al via domande per bonus da 2.400 euro: chi può accedere e come chiederlo

Reddito di emergenza, al via domande per bonus da 2.400 euro: chi può accedere e come chiederlo
Fanpage.it INTERNO

Vediamo quali sono i requisiti, a quanto può ammontare il reddito di emergenza e come presentare domanda.

Come fare domanda per accedere al rem. Per accedere al reddito di emergenza per le tre mensilità (marzo, aprile e maggio) è necessario presentare domanda all’Inps, ma solamente in via telematica.

L’importo massimo ammonta a 2.400 euro, che può ulteriormente aumentare in caso di presenza nel nucleo familiare di una persona con grave disabilità. (Fanpage.it)

Su altre fonti

Bonus da 2.400 euro, ecco quando arriveranno i pagamenti per chi ha fatto richiesta e quale data per fare la nuova. Il tanto atteso pagamento del bonus da 2.400 euro, sta arrivando. Leggi anche> > > Indennità e Naspi, ecco che cosa ha detto l’Inps. (ContoCorrenteOnline.it)

Reddito di emergenza Inps 2021: con un totale di 1,5 miliardi, grazie al Decreto Sostegni, si finanziano ancora tre mensilità del reddito d'emergenza 2021 (marzo, aprile e maggio). ACCEDI AL SERVIZIO SUL SITO INPS. I requisiti per accedere al beneficio:. (Gazzetta del Sud)

Sul reddito di emergenza 2021 arrivano importanti chiarimenti dall’Inps: l’invio delle pratiche sarà possibile fino al 30 aprile. Reddito di Emergenza 2021: confermata l’impostazione della misura di sostegno. (Notizieora.it)

Reddito di Emergenza (Rem): domande dal 7 aprile, le informazioni del messaggio Inps 1378/2021

Il sussidio, varato dal governo Conte a maggio dello scorso anno, è stato quindi rifinanziato nella speranza di raggiungere – secondo le stime della relazione tecnica al decreto sostegni – 1,12 milioni di famiglie. (La Stampa)

In questo caso, la misura, erogata nell’importo fisso di 400 euro mensili e sempre per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021, spetta in assenza del diritto al beneficio di cui al comma 1 e in alternativa a esso. (La Voce Apuana)

Quindici persone che percepivano "indebitamente» il reddito di cittadinanza senza averne diritto sono state scoperte, in provincia di Potenza, dalla Guardia di Finanza, che ha accertato l’accredito di compensi non dovuti per circa 100 mila euro. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr