Liberata la suora colombiana rapita nel 2017 in Mali. Arcivescovo di Bamako: "Sta bene"

Liberata la suora colombiana rapita nel 2017 in Mali. Arcivescovo di Bamako: Sta bene
Per saperne di più:
Rai News ESTERI

''Gioia'' per la liberazione della suora colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argoti, rapita il 7 gennaio 2017 da jihadisti in Mali e liberata oggi.

La presidenza del Mali ha reso omaggio in un tweet al 'coraggio' della suora colombiana rapita in Mali.

La liberazione della suora colombiana è stata confermata all'Afp dall'arcivescovo di Bamako, monsignor Jean Zerbo, che ha assicurato che la religiosa "sta bene". (Rai News)

Ne parlano anche altri media

Ai nostri microfoni lei aveva rivolto un pensiero per suor Gloria e per tutti i rapiti. Gioia, gioia, gioia. (Vatican News)

La liberazione della suora colombiana è stata confermata all'Afp dall'arcivescovo di Bamako, monsignor Jean Zerbo, che ha assicurato che la religiosa «sta bene» Una religiosa francescana colombiana, suor Gloria Cecilia Narvaez, rapita nel febbraio 2017 dai jihadisti in Mali, è stata rilasciata. (La Stampa)

Suor Argori è, tra l’altro, la religiosa riconducibile al caso di Cecilia Marogna, la donna “esperta di intelligence”, attualmente sotto inchiesta in Vaticano insieme all'ex cardinale Angelo Becciu ed altre otto persone Lo ha comunicato la Farnesina. (L'Unione Sarda.it)

Liberata la religiosa colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argori

“Diamo gloria e benedizione a Dio per questo momento gioioso della Chiesa universale e della Chiesa in Colombia”, ha concluso il presule. Da allora, la Chiesa colombiana è in preghiera permanente e la Santa Sede con la nunziatura colombiana, gestendo processi di negoziazione che si sono conclusi felicemente in questa liberazione. (Servizio Informazione Religiosa)

Petronin ha raccontato di aver passato la maggior parte della sua prigionia assieme alla suora colombiana, in diversi campi, fino a quando erano state separate pochi giorni prima della sua liberazione L'annuncio della liberazione diffuso dalla Farnesina, mette fine a una lunga prigionia durata più di quattro anni. (ilmessaggero.it)

Il rapimento era stato rivendicato da uno dei gruppi jihadisti attivi nel Maghreb. "In questi anni la Farnesina e la nostra intelligence hanno operato silenziosamente ma costantemente, in raccordo con le controparti maliana e colombiana, fino ad acquisire le informazioni che hanno portato alla sua liberazione", si legge nella nota della Farnesina, "Suor Cecilia è apparsa provata dalla lunga detenzione ma in buone condizioni" (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr