Autonoleggio, il coronavirus manda in fallimento il colosso Hertz in Usa e Canada

Autonoleggio, il coronavirus manda in fallimento il colosso Hertz in Usa e Canada
Il Sole 24 ORE Il Sole 24 ORE (Economia)

Non sono incluse le attività operative in altre aree, tra cui Europa, Australia e Nuova Zelanda. 1' di lettura. Il colosso mondiale dell’autonoleggio Hertz, in crisi per le conseguenze del coronavirus, ha presentato istanza di fallimento negli Stati Uniti e in Canada

Su altri media

Il "terremoto" in Canada e Stati Uniti fortunatamente non coivolge le altre principali zone, a livello globale, dove opera l'azienda, ossia Europa, Australia e Nuova Zelanda. Il "chapter 11" (capitolo 11) è un dispositivo che prevede la riorganizzazione del business, con asset e debiti societari al riparo dai creditori. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.