Strage di Capaci: drappo bianco su facciata palazzo Consiglio regionale della Calabria

Strage di Capaci: drappo bianco su facciata palazzo Consiglio regionale della Calabria
Il Lametino Il Lametino (Interno)

“Ricorderemo così - sostiene il presidente Domenico Tallini - in questa fase di emergenza che non consente di svolgere manifestazioni con la partecipazione dei cittadini e delle Istituzioni ed accogliendo l’invito rivolto a tutte le Assemblee legislative regionali da Maria Falcone, il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro”.

Su altri media

E questo 23 maggio lo vogliamo dedicare a loro e al “coraggio di ogni giorno”. Una rinuncia dolorosa perché quei giovani, capaci di trasformare una ricorrenza luttuosa in un giorno di festa, sono il vero miracolo realizzato da Giovanni. (La Stampa)

La sua religione era il dovere» e ha rivelato che il giudice Falcone portava sempre con sé nel portafogli una frase del Presidente Kennedy, che ci ricorda di fare il proprio dovere a ogni costo, perché è questa l'essenza della dignità umana. (Radio Monte Carlo)

Oltre al giudice Giovanni Falcone e a sua moglie Francesca Morvillo, muoiono tre poliziotti della scorta: Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Sono passati 28 anni dall’attentato mafioso, costato la vita al giudice Giovanni Falcone, alla moglie e a tre agenti della scorta. (Vatican News)

MILANO, PIRELLONE ILLUMINATO - In occasione del ventottesimo anniversario della strage di Capaci, il Pirellone si illuminerà per tre giorni in ricordo del giudice Giovanni Falcone. Ricorre, infatti, il 28° anniversario della Strage di Capaci in cui morirono il Giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Rocco Dicillo, Antonino Montinaro e Vito Schifani (Tp24)

In mattinata la Messa nella chiesa di San Domenico, dove è sepolto Falcone, e alle 17.58 - ora della strage - un minuto di silenzio davanti all'albero Falcone, in via Notarbartolo. (Avvenire)

"Questo 23 maggio, ricorderò così il sacrificio di Giovanni Falcone, lontano da passerelle, da ogni retorica e ipocrisia. Lo afferma Giuseppe Ciminnisi, coordinatore nazionale dei Familiari di vittime innocenti di mafia, dell’associazione “I Cittadini contro le mafie e la corruzione”. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti