Siracusa, no vax muore di Covid e lascia un epitaffio: se avessi creduto alla pandemia oggi racconterei altro

Siracusa, no vax muore di Covid e lascia un epitaffio: se avessi creduto alla pandemia oggi racconterei altro
Corriere del Mezzogiorno INTERNO

Eppure è tutto vero e fotografa la situazione attuale tra il rischio quarta ondata e le diffidenze dei no vax.

«Se avessi creduto alla pandemia.

Se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un’altra storia, ma non questa storia».

Se non fosse per l’epilogo questa storia farebbe sorridere.

Le parole che Giuseppe Giuca, 66 anni, siracusano, ha voluto fossero scritte nel suo epitaffio per evidenziare che si sarebbe salvato se avesse creduto ai pericoli del virus

(Corriere del Mezzogiorno)

Su altre testate

E' la frase che si legge in un necrologio. Alcuni giorni fa le condizioni di Giuca si sono aggravate e l'uomo è deceduto. (La Nuova Sardegna)

“La vicenda che ha interessato questa persona – dice il sindaco Italia – pone il dito su una piaga che è ancora molto viva nella nostra società: il mio pensiero va a questi party Covid per contagiarsi allo scopo di non sottoporsi al vaccino”. (Siracusa News)

Prima di morire ha scelto l'uomo ha scelto il suo necrologio. «Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un'altra storia, ma non questa storia.», si legge sul manifesto funebre di Giuseppe Giuca, 66 anni, di Belvedere, frazione di Siracusa, morto a causa di alcune complicazioni legate al coronavirus. (Leggo.it)

Prima di morire di Covid detta il necrologio: "Non credevo al virus"

Sembra che, prima di contrarre il covid19, non si sarebbe curato del virus e delle conseguenze di un eventuale contagio e per questo motivo ha voluto lasciare un messaggio chiaro alla sua morte E’ la frase che si legge in un necrologio. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Dall’inizio della campagna vaccinale, il 66enne aveva sempre rifiutato l’inoculazione del vaccino, per poi amaramente pentirsene poco prima di morire. Giuseppe Giuca, 66 anni, di Belvedere, frazione di Siracusa in Sicilia, è deceduto a causa del Covid-19. (Edizione Napoli)

Prima di morire un uomo di 66 anni, siracusano, ha chiesto che sul suo necrologio fosse scritto che si sarebbe salvato se avesse creduto alla pericolosità del Covid-19. "Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un'altra storia, ma non questa storia", si legge sul suo necrologio locandina affisso sui muri. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr