I no Green pass si organizzano su Telegram: "Dal 15 ottobre sciopero generale. Blocchiamo il Paese"

I no Green pass si organizzano su Telegram: Dal 15 ottobre sciopero generale. Blocchiamo il Paese
Gazzetta del Sud INTERNO

«La protesta di Roma dello scorso weekend era solo un assaggio» si legge.

«Non andiamo più a lavoro – si legge in un post di un utente – e blocchiamo le strade fino a quando non aboliscono il Green Pass.

Da oggi, 12 ottobre 2021, sui canali No vax e No Green pass di Telegram si alternano messaggi e volantini nei quali ci si dà appuntamento in piazza per venerdì prossimo, 15 ottobre.

Assicurano che sarà lotta a oltranza, nonostante gli arresti, le inchieste aperte dopo i fatti di sabato scorso in piazza del Popolo a Roma. (Gazzetta del Sud)

Su altre fonti

Informazioni non contenute in questa policy. Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto Titolare e responsabile del trattamento. (Informazioni Marittime)

Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi Per avere contenuti personalizzati, dai il tuo ok alla lettura dei dati di navigazione. (Corriere TV)

Chi vuole lo sciopero contro il green pass. In rete e sui social si trovano vari gruppi più o meno organizzati che invocano lo sciopero dal 15 ottobre Perché lo sciopero no green pass del 15 ottobre potrebbe essere illegale. (QuiFinanza)

Sciopero generale, studenti in piazza: “No a classi pollaio e riforma scuola”

Sciopero scuola: la replica della Commissione di Garanzia. Dopo l’annuncio ufficiale da parte dell’Associazione F.I.S.I, la Commissione di Garanzia ha richiesto la revoca del suddetto sciopero “La Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Funzione Pubblica – con nota DFP-65695-P05/10/2021, ha comunicato allo scrivente Ufficio che l’Associazione Sindacale F. (Informa-press)

A Roma e a Firenze si sono registrate circa 10mila presenze. "L'unità dei Cobas e di tutto il sindacalismo dibase e conflittuale ha pagato - ha affermato Bernocchi -, convincendo a mobilitare i lavoratori che non appartengono a nessuna organizzazione ma attratti dalla positività". (La Gazzetta di Lucca)

Rivendicano rientro in sicurezza e si oppongono ai nuovi piani di riforma della scuola presenti nel Pnrr. Ritrovo a Gallipoli per gli studenti che si sono mobilitati per lo sciopero indetto oggi da diverse sigle sindacali. (LeccePrima)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr