MotoGP: bimbo/a a bordo, Alex Rins diventerà presto papà

MotoGP: bimbo/a a bordo, Alex Rins diventerà presto papà
Approfondimenti:
Corse di Moto SPORT

Il pilota del team Suzuki infatti diventerà presto papà.

Una bella notizia per Alex Rins: l'alfiere del team Suzuki infatti sta per diventare papà.

Una bella sorpresa per Alex Rins al ritorno da un lungo periodo trascorso in Qatar, tra test e doppio round di inizio stagione.

Si unisce anche lui quindi al gruppo dei ‘papà della MotoGP’, dopo i fratelli Aleix e Pol Espargaró, e prossimamente anche Maverick Viñales

L’annuncio arriva direttamente dallo spagnolo, che attraverso i suoi canali social ha rivelato la gravidanza della moglie Alexandra. (Corse di Moto)

Su altre testate

Per fare un confronto, Maverick Vinales, vincitore del primo GP 2021, è alto 171 cm x 64 kg di peso. Valentino Rossi, Luca Marini e Danilo Petrucci pagano una statura oltre la media. (Corse di Moto)

Mi sono state promesse delle cose, spiegandomi che Valentino non sarebbe rimasto ancora a lungo e che io sarei stato il naturale sostituto. Approdare nel team Repsol Honda come compagno di Marc Marquez non è semplice. (AutoMotoriNews)

Purtroppo in Qatar il Mondiale non è iniziato nel verso giusto, ma sono convinto che a Portimao tornerà veloce" Lo conosciamo tutti com'è: lui è un pilota tosto, vivo, che ci mette sempre grande determinazione in quello che fa. (Sportal)

MotoGp, Marc Marquez può tornare a correre

Jorge Lorenzo non rimpiange di aver detto addio alla MotoGP. Jorge Lorenzo ha poi seguito la sua strada in autonomia e con successo. (Corse di Moto)

Se lo augurano gli appassionati ma soprattutto la casa giapponese, sprofondata "nel nulla" e protagonista di un avvio di Mondiale deprimente. Per il Cabroncito il giorno della verità dovrebbe essere lunedì 12 aprile, quando a Madrid incontrerà l'équipe del professor Samuel Antuña nella speranza di ricevere il via libera per tornare a gareggiare. (Ticinonline)

Marc Marquez è stato dichiarato idoneo a gareggiare. Quattro mesi dopo l’intervento al braccio destro per un infezione legata alla pseudoartrosi dell’omero le sue condizioni sono giudicate “molto soddisfacenti” e quindi può tornare alle competizioni “assumendosi il ragionevole rischio implicito nella sua attività sportiva”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr