AstraZeneca tra open day, giovani e nuove limitazioni: la situazione regione per regione

AstraZeneca tra open day, giovani e nuove limitazioni: la situazione regione per regione
Today.it INTERNO

Ecco perche' l'Ema, continua, "ha scelto di non sconsigliare le somministrazioni per genere o fasce d'età, lasciando la decisione ai singoli Stati, in base alle loro esigenze".

Permanendo la situazione di basso livello ematico di piastrine nel sangue, la paziente necessita di monitoraggio presso la Terapia Intensiva"

Per l'Aifa è raccomandato un suo uso preferenziale nelle persone di età superiore ai 60 anni. (Today.it)

Ne parlano anche altri giornali

È stato sospeso il lotto di Astrazeneca, oggetto ora di valutazioni scientifiche, che era stato inoculato il 27 maggio scorso nell'hub di «Alassio Salute» a una donna di 34 anni ora ricoverata in terapia intensiva al San Martino dopo essersi sentita male al lavoro. (La Stampa)

Nei più giovani il pericolo di avere conseguenze gravi a causa del Covid è invece molto basso. «Scriverei che i vaccini a vettore virale sono sconsigliati sotto i 60 anni a meno che non si voglia restringere ancora indicando i 40 anni o i 30 anni (Corriere della Sera)

Nuova tempesta sul vaccino AstraZeneca per i casi di trombosi registrati in alcune giovani donne dopo gli “open day” organizzati a livello locale. Intanto le Regioni continuano a muoversi in ordine sparso, tra chi mantiene gli open day e chi li cancella dopo i dubbi sollevati da sempre più esperti. (Il Fatto Quotidiano)

Covid, Genova: in terapia intensiva 34enne con trombosi dopo il vaccino

L'evento avverso ormai ha una cadenza regolare: uno ogni 100mila vaccinati (La Repubblica)

Sempre meno, in Abruzzo, gli 'open day' per i vaccini contro il Covid-19, ma per questioni organizzative e logistiche Intanto le Regioni continuano a muoversi in ordine sparso, tra chi mantiene gli open day e chi li cancella, dopo i dubbi sollevati da sempre più esperti di non usarlo nei giovani. (Giornale di Sicilia)

«La donna, savonese, mentre si trovava al lavoro nel Tigullio ha avvertito un forte mal di testa e si è recata autonomamente presso l'Ospedale Policlinico San Martino» spiega la nota. Per verificare la causa del basso livello di piastrine nel sangue ed evitare comunque un aggravamento delle sue condizioni, è stata avviata la terapia e sono in corso ulteriori esami» (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr