Arrestato impiegato comunale infedele: intascava soldi in cambio di carte di identità elettroniche

Arrestato impiegato comunale infedele: intascava soldi in cambio di carte di identità elettroniche
AgrigentoOGGi.it AgrigentoOGGi.it (Interno)

Intercettazioni e telecamere piazzate dai militari lo hanno incastrato documentando diversi passaggi di denaro.

Così gli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Agrigento, hanno iniziato ad approfondire le abitudini dell’impiegato comunale, addetto al rilascio di carte di identità elettroniche.

Su altri media

Il dipendente comunale è stato posto agli arresti domiciliari. Un dipendente del Comune di Ravanusa, nell’Agrigentino, è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri, a conclusione di un’indagine lampo, con l’accusa di peculato e malversazione in danno di privati. (BlogSicilia.it)

La Procura della Repubblica di Agrigento - con il procuratore capo Luigi Patronaggio e il pm Paola Vetro - non si sono accontentati, nel caso di Ravanusa, delle scarne denunce e dei sospetti. "Non si esclude che anche in altri Comuni vi siano impiegati infedeli che fanno la stessa cosa". (Agrigento Notizie)

Il dipendente è stato colto in flagranza di reato dai militari a conclusione di un'indagine "lampo". Con quest'accusa è stato arrestato dai carabinieri di Ravanusa, in provincia di Agrigento, un dipendente comunale, ex agente della polizia municipale, che era addetto al rilascio dei documenti di indentità. (il Giornale)

Per 12 mesi, in sostanza, non potrà essere funzionario del Municipio di Ravanusa. Riproduzione riservata (Giornale di Sicilia)

"Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche". Il procuratore capo Luigi Patronaggio e il pm Paola Vetro hanno, infatti, disposto la collocazione di una ambientale e di telecamere. (Agrigento Notizie)

Questo sito fa uso di cookie. (Canicatti Web Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti