L’allarme dell’Aie: emissioni di CO2 verso massimo storico a livello mondiale nel 2023

L’allarme dell’Aie: emissioni di CO2 verso massimo storico a livello mondiale nel 2023
Sky Tg24 ECONOMIA

Solo il 2% dei finanziamenti stanziati dalle autorità mondiali per il rilancio dell'economia dopo la pandemia, sostiene, viene speso nel settore dell'energia pulita.

Il report dell'Agenzia internazionale dell'energia rivela che solo il 2% dei finanziamenti stanziati dalle autorità mondiali per il rilancio dell'economia dopo il Covid viene speso nel settore dell'energia pulita.

È questo l’allarme lanciato dall’Aie, l'Agenzia internazionale dell'energia. (Sky Tg24 )

Se ne è parlato anche su altri media

Nonostante l’aumento delle ambizioni climatiche, la quantità di fondi per la ripresa economica spesi per l’energia pulita è solo una piccola frazione del totale”, ha detto Fatih Birol, il direttore esecutivo della Iea, in una nota. (Qualenergia.it)

È quanto emerge da un nuovo report dell’IEA, l’Agenzia internazionale dell’energia, nel quale viene sottolineato che non c’è “alcun picco chiaro in vista”. editato in: da. (QuiFinanza)

E questa tesi sarebbe altrettanto valida per analoghe misure USA o cinesi Investing.com. Di Geoffrey Smith. Investing.com - Gli scambi legati alle emissioni di carbonio stanno diventando globali. (Investing.com)

Allarme IEA, la ripresa verde globale è un miraggio

E fornirò ai ministri dell’Ambiente un nuovo strumento che potrà aiutarli a capire se le loro misure sono efficaci o no”. Fatih Birol, direttore esecutivo dall’Agenzia internazionale per l’energia (Iea), sta preparando i bagagli per Napoli, dove giovedì e venerdì prossimo parteciperà al G20 Clima, Ambiente ed Energia (La Repubblica)

"I governi devono aumentare rapidamente la spesa e l'azione politica per soddisfare gli impegni assunti a Parigi nel 2015 - compresa la fornitura vitale di finanziamenti da parte delle economie avanzate al mondo in via di sviluppo", ha concluso "Non solo gli investimenti in energia pulita sono ancora lontani da cio' che e' necessario per mettere il mondo sulla strada giusta per raggiungere le emissioni nette zero entro la meta' del secolo, ma non sono nemmeno sufficienti per impedire che le emissioni globali raggiungano un nuovo record", ha affermato Birol. (AGI - Agenzia Italia)

Sicuramente un miglioramento rispetto ai valori che avremmo toccato con le traiettorie pre-Covid, che puntavano verso le 34,7 Gt. Secondo il numero 1 dell’IEA, solo agendo adesso è possibile tenere la neutralità di carbonio al 2050 a portata di mano (Rinnovabili)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr