Contributo a fondo perduto bis, quando arriva il nuovo bonifico?

Contributo a fondo perduto bis, quando arriva il nuovo bonifico?
InvestireOggi.it ECONOMIA

Per saperne di più, si legga: Contributo a fondo perduto: novità nel decreto Sostegni-bis.

Fra i provvedimenti maggiorente attesi del decreto vi è senz’altro quello del nuovo contributo a fondo perduto.

L’indennità è riconosciuta in automatico a coloro che hanno richiesto e ottenuto quella del precedente decreto Sostegni.

Quando sarà pagato il nuovo contributo?

Contributo a fondo perduto del decreto sostegni bis. (InvestireOggi.it)

Ne parlano anche altre fonti

Anche la liquidazione coatta amministrativa è finalizzata alla cessazione dell'attività di impresa attraverso la definizione, nel rispetto della par condicium creditorum, dei rapporti facenti capo ad essa. (Ipsoa)

Con l’approvazione del decreto Sostegni bis, avvenuta lo scorso 26 maggio, l’Esecutivo ha introdotto nel nostro ordinamento due nuovi aiuti rivolti ai professionisti e alle partite Iva maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria. (I-Dome.com)

Comune di Costabissara: bando per la concessione di un contributo a fondo perduto. Comune di Costabissara: bando per la concessione di un contributo a fondo perduto. Confartigianato plaude all’iniziativa, a favore delle attività economiche danneggiate dall’emergenza epidemiologica da Covid -19. (Le notizie di Confartigianato Imprese Vicenza)

Decreto Sostegni Bis, UPB: "Interviene settorialmente tramite contributi a fondo perduto, crediti di imposta ed esenzioni dal pagamento di imposte e contributi"

Nuovo contributo a fondo perduto: i requisiti. Il nuovo contributo a fondo perduto spetta ai soggetti che esercitano attività d’impresa, arte o professione e che producono reddito agrario, titolari di partita Iva alla data di entrata in vigore del D. (Commercialista Telematico)

Il giorno 7 giugno il Ministro dell’economia Daniele Franco, in audizioni in Commissione Bilancio della Camera, ha riferito sulle misure dei sostegni all'economia previste dal Governo. (Fiscoetasse)

È concessa la possibilità di recuperare, al momento iniziale di avvio delle procedure, l’IVA su crediti non riscossi in procedure fallimentari. Sempre per l’anno in corso, viene disposta l’estensione del limite annuo dei crediti compensabili o rimborsabili. (AGIMEG)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr