Texas, dove vai? Aborto, armi, restrizioni elettorali: shock per i nuovi arrivati

Texas, dove vai? Aborto, armi, restrizioni elettorali: shock per i nuovi arrivati
FIRSTonline ESTERI

Finora, ci sono stati pochi segnali che il flusso verso il Texas, accelerato durante la pandemia, stia rallentando

Un considerevole numero dei nuovi arrivati si sono sistemati in enclave liberal per mettersi al riparo dalla politica conservatrice dello Stato.

Tuttavia, Marc Benioff, amministratore delegato di Salesforce, ha twittato che se i dipendenti “vogliono venire via, li aiuteremo ad uscire dal Texas”. (FIRSTonline)

Ne parlano anche altri media

Il procuratore generale dello stesso Stato, il repubblicano Ken Paxton, è ricorso in appello alla Corte di New Orleans, considerata una delle più conservatrici del Paese, che si è pronunciata in suo favore. (TG La7)

La legge, dunque, vieta gli aborti in Texas una volta rilevata l’attività cardiaca. Molto probabilmente il governo federale Usa contesterà la legge e cercherà di riportare il Texas negli anni 20 del 2000 visto che con questa legge sembra essere ripiombato nell’oscurità degli anni del medioevo (ZON.it)

Il procuratore generale del Texas, il repubblicano Ken Paxton, ha fatto appello alla Corte federale di New Orleans, considerata una delle più conservatrici del Paese, che si è pronunciata in suo favore. (askanews)

Usa: corte d'appello ripristina legge anti-aborto in Texas

2. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. 2021. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. Notiziario. it_IT. Sputnik Italia feedback. (Sputnik Italia)

Texas: corte d'appello ripristina legge anti-aborto 09 ottobre 2021. La corte d'appello federale del Texas ha detto sì al ripristino della legge anti aborto più dura degli Stati Uniti. Washington è pronta ad opporsi nuovamente alla legge, contestandola anche davanti alla Corte suprema Usa (Il Sole 24 ORE)

Era stata temporaneamente bloccata mercoledì da un giudice federale del Texas, a seguito di un ricorso dell’amministrazione Biden. Il procuratore generale del Texas, il repubblicano Ken Paxton, ha fatto però appello alla Corte federale di New Orleans, considerata una delle più conservatrici del Paese, che si è pronunciata in suo favore. (Roccarainola.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr