Salvini: “Nomina Fornero? La Lega non ci sta”

Salvini: “Nomina Fornero? La Lega non ci sta”
Reportage online INTERNO

No grazie, la Lega non ci sta, la signora ha già fatto troppi danni”.

Lo scrive su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini, criticando la nomina dell’ex ministro del Lavoro nel team di consulenti economici del governo.

“La Fornero scelta dal Pd per occuparsi dei pensionati italiani???

Sul capitolo previdenza, per Fornero, “ora un po’ di flessibilità si può recuperare, a differenza del 2011, quando c’era la pressione di una crisi finanziaria. (Reportage online)

La notizia riportata su altri giornali

Per chi ha fretta. Il post fasullo sarebbe rimasto online almeno un’ora, ma nessun organo di stampa lo ha ripreso. Secondo l’immagine diffusa online, il post Facebook falso sarebbe rimasto disponibile per almeno un’ora dalla sua pubblicazione (Open)

Come avete notato, Salvini senza troppi giri di parole aveva detto quanto segue nel 2016 ospite da Giletti: “La Fornero la manderei a PANE E ACQUA su un’isola deserta, visto che ha ROVINATO la vita a milioni di italiani! Anzi, in mattinata la Lega e Salvini hanno espresso tutto il proprio malessere a proposito della decisione che ridà un ruolo a Fornero (Bufale.net)

“Diciamo – dice Fornero – che preferisce in quei casi delegare ad altri”. Mi ha detto che gli avrebbe fatto molto piacere se fossi entrata nella commissione sulla programmazione economica. (Corriere Quotidiano)

Pensioni: sindacati e M5S in pressing contro il ritorno della Fornero nella task force di Draghi

In tutto ben oltre un milione di persone: sono numeri che danno un’idea di come nell’ultimo anno e mezzo l’invalidità civile sia diventata un’emergenza. Ma in prospettiva il fenomeno è destinato a crescere ancora, come uno dei tanti effetti del processo di invecchiamento della popolazione. (ilmessaggero.it)

I timori sono incentrati in misura maggiore su Quota 100, considerando soprattutto l'avvicinarsi del termine ultimo della riforma La mossa anti-Fornero della Lega. (ilGiornale.it)

Maggioranza e sindacati in fermento sul dopo Quota 100. Da mesi i sindacati invocano la riapertura del tavolo su Quota 100. E la cosiddetta “Quota 41” è un cavallo di battaglia della Lega, che continua a insistere per consentire in qualche modo i pensionamenti dal 62esimo anno d’età (Impronta Unika)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr