Sileri: "Possibili limitazioni per AstraZeneca"

Sileri: Possibili limitazioni per AstraZeneca
Live Sicilia INTERNO

Lo ha affermato a Radio 24 il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, precisando tuttavia che “questo è successo anche per tanti altri famaci” e che nel caso di AstraZeneca il vaccino è stato utilizzato “in un numero estremamente alto di soggetti, mentre gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi”.

“E’ possibile, per maggiore precauzione, che l’Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca”. (Live Sicilia)

La notizia riportata su altri giornali

«Non dobbiamo preoccuparci», ci tiene a rassicurare Sileri, che si è appena confrontato con Giovanni Rezza, direttore generale della prevenzione al suo ministero. «Hanno notato dei casi di trombosi, ma si tratta di numeri esigui rispetto alle dosi inoculate. (La Stampa)

Occorrerà attendere giovedì per il nuovo parere dell’Ema sul vaccino di Astrazeneca quando l’Agenzia europea dei medicinali dovrà pronunciarsi sull’eventuale correlazione tra il vaccino ed i rarissimi eventi trombotici segnalati in vari Paesi. (Genova24.it)

"Stiamo cercando di avere il quadro preciso di cosa succede, di definire nel dettaglio questa sindrome dovuta al vaccino". "Per maggiore precauzione" AstraZeneca, Sileri: "Possibile che Ema limiti uso per certe categorie" Nel pomeriggio riunione Aifa-ministero della Salute su indicazioni uso. (Rai News)

Sileri: "E' possibile che l'Ema limiti l'uso di AstraZeneca per certe categorie"

"Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo", ha aggiunto. "Stiamo cercando di avere il quadro preciso di cosa succede, di definire nel dettaglio questa sindrome dovuta al vaccino". (Trentino)

Sileri a 24Mattino su Radio 24: “Riaperture dopo il 30 aprile”. “Credo che i dati miglioreranno nelle prossime settimane, è difficile stabilire data esatta ma per ora rimane la cancellazione delle zone gialle fino al 30 aprile, realisticamente credo che la possibilità di riaperture sarà dopo il 30 aprile”. (Stretto web)

«Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo», ha aggiunto. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr