Sciopero generale in Italia

Sciopero generale in Italia
RSI.ch Informazione INTERNO

Il trasporto di base ferroviario e garantito, mentre le linee metropolitane funzionano a singhiozzo in alcune grandi città

Sono questi i temi che hanno portato in piazza migliaia di persone in varie città.

È in corso in varie città italiane lo sciopero generale indetto dalle organizzazioni sindacali di tutti i settori pubblici e privati.

I primi disagi si sono invece riscontrati nel trasporto aereo: la compagnia Alitalia ha cancellato lunedì 127 voli. (RSI.ch Informazione)

La notizia riportata su altre testate

Lo stop più significativo a Bari dovrebbe verificarsi con l'Amtab: nella stessa giornata, dalle 8,30 alle 12,30 per il personale d'esercizio (come i conducenti e i controllori), Filt Cgil, Fit Cisl, Faisa Cisal, Cildi E Confail hanno indetto uno sciopero aziendale per "motivazioni inerenti al premio di risultato 2020, rinnovo del testo unico degli accordi aziendali e parte economica del testo unico degli accordi aziendali". (La Repubblica)

Gli studenti attaccano il Governo Draghi per il sovraffollamento nelle classi e nei pullman, il costo di libri e trasporti, la crescente aziendalizzazione della scuola pubblica e lo sfruttamento in alternanza scuola-lavoro. (Tarantini Time)

Gli scomodi contenuti e le fastidiose (per il governo ed i suoi sostenitori) rivendicazioni dello sciopero dei sindacati di base sono stati banalizzati ed affogati in un marasma generale di semplificazione e distorsione L’indebitamento della società italiana fino alla terza generazione dopo la nostra, di fatto serve per rendere più ricche e potenti le aziende. (PRESSENZA – International News Agency)

Sciopero dei sindacati di base contro il governo Draghi

– 06:00 – L’ASUGI, Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina comunica alla cittadinanza che, l’associazione sindacale F.I.S.I.- Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali, ha proclamato uno sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati ad oltranza dalle ore 00.00 del 15 Ottobre 2021 alle ore 00.00 del 20 Ottobre 2021. (TRIESTEALLNEWS)

“Via il Governo Draghi, nessun patto, nessuna pace sociale”. Con queste parole d’ordine lunedì 11 hanno sfilato centomila lavoratori in oltre trenta piazze in tutta Italia mentre la partecipazione allo sciopero ha superato il milione di lavoratrici e lavoratori. (LavoroLazio.com)

Per l’Unione sindacale dibatte (Usb) un milione di persone avrebbe scioperato , 100 mila sono scese in piazza. Il primo sciopero contro il governo Draghi organizzato da 15 sigle del sindacalismo di base ieri ha portato in piazza migliaia di persone tra Roma e Firenze, Torino, Milano, Napoli e Bologna e poi Palermo, Catania, Trieste, Cagliari, Padova. (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr