Costa (Sott. Salute) boccia documento Regioni: "Modelli che non rispondono a esigenze del Paese"

Quotidiano Sanità SALUTE

Ma “per lavorare a una sanità migliore c’è bisogno di consolidare la presenza sul territorio dei medici di base”.

Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenuto al 78º Congresso nazionale della Federazione italiana medici di famiglia.

Per il sottosegretario “non bisogna farsi suggestionare da modelli che non rispondono alle esigenze del nostro Paese” riferendosi ai progetti per dipendenza o accreditamento delle Regioni

“Sono convinto che il medico di medicina generale debba essere l’avamposto per la medicina del futuro”, ha aggiunto. (Quotidiano Sanità)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ciò perchè i medici "sono stanchi, arrabbiati e sfiduciati per l'assenza di ascolto". A chiederlo è Scotti, segretario nazionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), nella sua relazione in occasione del 78/o congresso Fimmg in corso a Villasimius. (Giornale di Sicilia)

Per il segretario nazionale “il sistema oggi congegnato del medico single practice di medicina generale è vecchio e inadeguato, e impedisce qualsiasi possibilità di cambiamento”. (Panorama della Sanità)

"In queste ore la comunità di Sarteano è molto preoccupata per la questione dei medici di medicina generale. Sono due, a nostro avvisto, le richieste più urgenti: primo, dare una risposta immediata ai cittadini di Sarteano, assegnando i medici che ad oggi mancano. (SienaFree.it)

Per accedere è necessaria l'iscrizione a MedikeyLa gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti daIl Ministero della Salute (Circolare Min. (Edra s.p.a.)

Così il segretario nazionale di FIMMG, Silvestro Scotti, in un passaggio della sua relazione al 78° Congresso FIMMG-Metis in corso a Villasimius. “Su queste basi FIMMG è pronta ad andare avanti e a confermare, a chi avesse dubbi, che la Convenzione è l’atto da cui tutti i medici di medicina generale si debbano sentire dipendenti e che quindi si chiarisca quello che è esigibile ma si chiariscano anche quelle che sono le responsabilità e le tutele di chi ha la governance. (Panorama della Sanità)

A partire dal primo ottobre la dottoressa Eleonora Canestrelli è passata da incarico provvisorio a incarico definitivo di medico di medicina generale con ambulatorio a Sarteano: per tutti gli assistiti seguiti da lei è comunque necessario effettuare la propria scelta. (RadioSienaTv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr