Mario Draghi rispolvera la "politica dei due forni": è la fine della cabina di regia

Mario Draghi rispolvera la politica dei due forni: è la fine della cabina di regia
ilGiornale.it INTERNO

Secondo Marco Antonellis questo potrebbe essere anche un modo " per 'intimidire' leader e leaderini che volessero alzare troppo la voce ".

Dovrà prendere decisioni importanti, spesso non universalmente condivise dai partiti, pertanto vuole mettere i paletti, prendendosi la piena responsabilità decisionale.

Potrebbe però essere accantonato nel cassetto dei ricordi con il nuovo corso di Mario Draghi (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altri giornali

La ricerca di candidati comuni nelle grandi città tra Pd e M5S è l’anticamera della sconfitta dei riformisti. Il Movimento 5 Stelle non ha alcuna caratteristica di un movimento politico degno di questo nome: non l’insediamento territoriale, non il voto strutturato, e neppure un obiettivo politico sia pure visionario come ai primi tempi. (L'HuffPost)

Cmq se cri rane capo p… - StefaniaFalone : RT @sole24ore: Draghi spariglia i partiti, M5S-Pd-Leu non hanno i numeri per eleggere da soli il Capo dello Stato - Draghi spariglia i partiti, M5S-Pd-Leu non hanno i numeri per eleggere da soli il Capo dello Stato (Di lunedì 22 febbraio 2021) La speranza della vecchia maggioranza di centrosinistra che sosteneva il Conte 2 (Pd-M5S-Leu) era quella di poter eleggere tramite un accordo al proprio interno il nuovo Capo dello Stato. (Zazoom Blog)

Secondo quanto riferiscono fonti di maggioranza, inoltre, Draghi avrebbe intenzione di nominare un nuovo ambasciatore italiano presso l’Unione europea Lunedì 22 febbraio 2021 - 20:17. Spacchettamento e tensioni in M5s-Pd frenano partita sottosegretari. (askanews)

"Governo Draghi è il fallimento di Salvini. 5 Stelle? Diventerà una succursale del PD" ▷ La previsione di Gervasoni

E’ altrettanto chiaro su quali temi occorrerà. concentrarsi da parte di tutti, ossia: democrazia partecipativa, programmazione generale, sviluppo urbano, ambiente e territorio, edilizia popolare, servizi pubblici, trasparenza dell’azione amministrativa, gestione delle risorse pubbliche e delle società partecipate. (Cityrumors Ascoli)

Auguri di buon lavoro, dunque, al Governo Draghi e a tutti noi che siamo chiamati a sostenerlo e a collaborare con le nostre idee e le nostre proposte”. L’essenziale è che, come all’atto della fiducia, prevalgano il senso di responsabilità e il rispetto del bene comune. (Italia chiama Italia)

Infine se il progetto di Draghi riesce, si potrebbe formare un vero partito di Draghi. L’abbiamo visto con il Movimento 5 Stelle, ma soprattutto con la Lega, che nel giro di una settimana si vede costretta a limare i proclami anti-euro in vista di una lunga collaborazione col Governo Draghi. (Radio Radio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr