Birmania, la strage continua: dall’inizio del golpe 598 vittime

Birmania, la strage continua: dall’inizio del golpe 598 vittime
La Gazzetta di Mantova ESTERI

Il diplomatico, che ha più volte richiesto la liberazione di Aung San Suu Kyi e condannato il golpe, ha trascorso la notte in macchina.

Hanno detto di aver ricevuto istruzioni dalla capitale, quindi non mi lasceranno entrare”.

Il bilancio dei morti dall'inizio delle proteste anti golpe in Birmania sfiora quota 600 persone: lo riporta l'Associazione per l'assistenza ai prigionieri politici (Aapp). (La Gazzetta di Mantova)

Su altri media

Raab: “Condanniamo le azioni di bullismo del regime militare della Birmania”. Il ministro degli Esteri britannico, Dominic Raab, ha denunciato le “intimidazioni” della giunta birmana, il giorno dopo l’occupazione dell’ambasciata birmana a Londra con l’estromissione dello stesso ambasciatore, Kyaw Zwar Minn. (In Terris)

Attualmente 2.847 persone sono in carcere, compresa la premio Nobel Suu Kyi «C’è stato un colpo di stato in Birmania a febbraio e ora c’è la stessa situazione nel centro di Londra», riporta una dichiarazione letta a nome di Minn davanti all’ambasciata. (Gazzetta di Modena)

Le manifestazioni di massa contro il colpo di stato si svolgono ininterrottamente dal primo di febbraio nella capitale e nelle maggiori città del Myanmar La struttura diplomatica è stata occupata dai militari del nuovo governo, giunto al potere in seguito al golpe di inizio febbraio. (Sputnik Italia)

Inneggia a San Suu Kyi, il Myanmar sfratta il suo ambasciatore a Londra

Il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha protestato definendo la decisione della giunta «un atto di bullismo». Il diplomatico è stato esautorato perché, dopo la presa del potere da parte dei generali, ha difeso pubblicamente il governo democraticamente eletto e ha anche chiesto la scarcerazione di Aung San Suu Kyi (Corriere della Sera)

La decisione di lasciare fuori l’ambasciatore sarebbe stata presa dal suo vice, Chi Win, su ordine degli stessi vertici militari birmani. Per questo sto aspettando qui fuori», ha dichiarato Kyaw Zwar Minn ai poliziotti arrivati a Charles Street, dove ha sede l’ambasciata e attorno alla quale si è radunata una piccola folla in sostegno del diplomatico. (Open)

' stato letteralmente sfrattato e lasciato in mezzo alla strada l'ambasciatore birmano a Londra, Kyaw Zwar Minn, sollevato dall'incarico per aver chiesto il rilascio della leader birmana Aung San Suu Kyi, agli arresti dal colpo di Stato dello scorso 1 febbraio. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr