Kiev accusa la Danieli di aiutare la Russia, la replica: «È una fake news, mai fornito materiale bellico»

Kiev accusa la Danieli di aiutare la Russia, la replica: «È una fake news, mai fornito materiale bellico»
Il Piccolo INTERNO

Il ministero della Difesa contro il Gruppo friulano.

TRIESTE Il coinvolgimento della Danieli in attività di produzione di materiale bellico in Russia «è una fake news».

Il vicepresidente Alessandro Brussi: «Informazioni artatamente collegate fra loro e che forniscono un quadro distorto della realtà».

È la risposta del presidente del Gruppo, Gianpietro Benedetti, raggiunto in Germania dalla notizia del tweet del ministero della Difesa ucraino che, riprendendo quanto diffuso da un’agenzia del paese, la Truman, accusa il colosso di collaborare con «stabilimenti russi fornendo attrezzature per la produzione di sottomarini nucleari e le corazze per i carri armati»

(Il Piccolo)

Su altri giornali

Dopo le accuse da parte del Ministero della Difesa ucraino arriva la risposta del Gruppo Danieli. Il gruppo Danieli replica al Ministero della Difesa ucraino. (Friuli Oggi)

«Dopo quattro mesi di guerra su larga scala, l'italiana Danieli collabora ancora con gli stabilimenti russi, fornendo attrezzature per la produzione di sottomarini nucleari e blindature per carri armati», ha affermato il Ministero della Difesa ucraino sul suo account Twitter ufficiale. (leggo.it)

«Il Gruppo Danieli è tra i maggiori produttori a livello mondiale di macchine e impianti per l’industria metallurgica. Danieli in prima linea, invece, in interventi umanitari in Ucraina. (Nordest Economia)

Kiev contro l’azienda italiana Danieli: “Fornisce ai russi attrezzature per i carri armati”

Il ministero della Difesa ucraino con un tweet ha accusato il gruppo Danieli di intrattenere rapporti commerciali con aziende russe in violazione delle sanzioni Ue. Come le dicevo, non appena sono state introdotte le sanzioni abbiamo interrotto i rapporti con gli interlocutori russi banditi dalle nuove regole». (Corriere della Sera)

Il Gruppo Danieli ha messo in atto tutte le misure necessarie a conformare le proprie attività ai provvedimenti adottati dall’Italia e dall’Unione Europea, a seguito dei tragici avvenimenti legati alla guerra in corso in Ucraina" «Dopo quattro mesi di guerra su larga scala, l'italiana Danieli collabora ancora con stabilimenti russi fornendo attrezzature per la produzione di sottomarini nucleari e corazze per carri armati». (Il Piccolo)

È il testo di uno degli ultimi tweet pubblicati oggi dal Ministero della Difesa ucraino, che ha messo nel mirino la società italiana Danieli, multinazionale italiana con sede a Buttrio (Udine) leader a livello mondiale nella produzione di impianti siderurgici. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr