Berusconi candidato al Quirinale, via libera dal centrodestra: «Ora ci porti i numeri»

Berusconi candidato al Quirinale, via libera dal centrodestra: «Ora ci porti i numeri»
ilmattino.it INTERNO

La candidatura del Cavaliere per la successione di Mattarella è ufficializzata.

«I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi è la figura adatta a ricoprire in questo frangente difficile l'Alta Carica» di capo dello Stato «con l'autorevolezza e l'esperienza che il Paese merita e che gli italiani si attendono».

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Il centrodestra, in un vertice durato oltre due ore a Villa Grande, residenza romana dell'ex premier, chiede al. (ilmattino.it)

La notizia riportata su altri media

Il vertice dei leader a villa Grande si conclude con un comunicato congiunto in cui si chiede appunto al Cavaliere di «sciogliere la riserva» Lo candidano ma vogliono vederci chiaro: «Dove sono questi voti?». (La Stampa)

A tenere i canali con il presidente del Consiglio è proprio Letta che ha visto il suo capo di gabinetto, Funiciello. La convinzione di Enrico Letta è che procedendo in questo modo il centrodestra perda tempo. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

"La Lega sarà compatta, siamo 210 e tutti voteremo allo stesso modo. Nessuno può dire a Berlusconi: no, tu no! (Corriere TV)

Stasera Italia, Giampiero Mughini: "Silvio Berlusconi al Quirinale? Perché sarebbe una sconfitta anche se vincesse"

Dopo due ore e mezzo spese addentando manicaretti e parlando di Quirinale i leader convenuti a Villa Grande diramano il loro comunicato. Insomma Silvio Berlusconi, dopo aver deciso da solo di candidarsi, chiede agli alleati, che avrebbero di gran lunga preferito non candidarlo, di invocarlo (Il Manifesto)

Secondo uno dei tanti report confezionati ad Arcore, Silvio potrebbe contare su 493 voti, di cui 13 incerti. Io, se non ci sono i numeri, non mi vado a sfracellare", chiarisce nel vertice del centrodestra. (Quotidiano.net)

14 gennaio 2022 a. a. a. Non ha nulla in contrario alla candidatura di Silvio Berlusconi al Quirinale ma Giampiero Mughini, ospite di Barbara Palombelli a Stasera Italia su Rete 4, nella puntata del 14 gennaio, è costretto ad ammettere che quello del Cavaliere è un nome "divisivo". (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr