Board BCE sotto pressione sull’inflazione, ma Austria e Belgio aiutano Lagarde

InvestireOggi.it ECONOMIA

Una novità che non arriverebbe quasi certamente oggi, semmai al board BCE di dicembre, quando il quadro pandemico per quest’inverno sarà verosimilmente più chiaro.

Weidmann sembra destinato a lasciare la Bundesbank senza avere incassato il risultato a cui tanto terrebbe: l’avvio del “tapering”

Board BCE, PEPP non spacciato. Del resto, il ragionamento dei “falchi” non sembrerebbe fare una piega: se l’emergenza pandemica sembra alle spalle, almeno nella sua fase più acuta, che senso ha continuare a portare avanti il PEPP?

Ma a questo board BCE il PEPP sembra tutt’altro che spacciato. (InvestireOggi.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

O la BCE alza i tassi in linea con le aspettative del mercato, o non lo fa È importante sottolineare che la BCE continua a sostenere che gli attuali driver dell’aumento dell’inflazione sono transitori. (Wall Street Italia)

Lagarde insiste su un punto: “Per sostenere la ripresa misure di bilancio mirate e coordinate dovrebbero continuare ad affiancare la politica monetaria”. La sfida per i governi è proprio questa: come dare un assetto solido al ruolo di politica di stabilizzazione economica a livello aggregato dell’area monetaria. (Il Sole 24 ORE)

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, [email protected], +48587696613) A dirlo è il governatore della Banca centrale estone Madis Müller. (Yahoo Finanza)

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,43% a 26.921 punti; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share , che si porta a 29.532 punti. (Borsa Italiana)

È oramai chiaro che ci sono divergenze non solo tra il mercato e la BCE ma – forse più rilevanti – all’interno del Consiglio stesso Secondo, la divergenza tra il mercato e la BCE sui prossimi passi di politica monetaria. (lamiafinanza)

Il 28 ottobre 2022 è una data che dovremo ricordare a lungo per la "non svolta" nella gestione della politica monetaria.La: nonostante abbia deciso di mantenere fermi i tassi di riferimento e di confermare la prosecuzione degliprevisti dalfino a marzo 2022, e comunque quelli del, per la prima volta dal maggio scorso, il: i mercati scommettono su un rialzo dei tassi. (Teleborsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr