Usa, dopo il 6 gennaio i militari tolsero a Trump l'accesso alle armi nucleari

Usa, dopo il 6 gennaio i militari tolsero a Trump l'accesso alle armi nucleari
Più informazioni:
la Repubblica ESTERI

Il capo di Stato maggiore, terrorizzato, chiamò due volte i cinesi: "Non stiamo per attaccarvi"

Usa, dopo il 6 gennaio i militari tolsero a Trump l'accesso alle armi nucleari dalla nostra inviata Anna Lombardi. Il generale Milley con Trump (ansa). Le rivelazioni del nuovo libro di Bob Woodward sull'ex presidente americano.

(la Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Secondo la stampa locale, a sua volta menzionata dalla 'CNN', addirittura sarebbe stato tra gli assalitori del Campidoglio Addirittura il generale Milley (che con l'ex presidente lavorava a strettissimo contatto) decise di fermarlo preventivamente. (Newsby)

L’ex presidente dice sul canale Newsmax Ha umiliato le persone che pensano che questo sia tradimento. Per quanto riguarda i colloqui con la Cina alle spalle di Trump, si dice che decine di persone siano collegate. (Travely.biz)

Sai che è matto… E’ matto e quello che ha fatto ieri dimostra ancora di più la sua pazzia” Lo Stato occulto e parallelo, sinora riferito, da parte dei media, al solo Trump e al movimento dei suoi seguaci di Qanon. (Nicola Porro)

"Era paranoico". E il generale tolse a Trump i poteri nucleari

"Yes, sir", fu la risposta, che Milley considerò come un giuramento, secondo gli autori del volume Il capo dello stato maggiore congiunto convocò un incontro segreto nel suo ufficio al Pentagono per rivedere il processo previsto per un'azione militare, compreso il lancio di armi nucleari. (Rai News)

Fornito da Rai News Mark Milley generale usa (ap). Joe Biden ha "piena fiducia" nel capo di stato maggiore congiunto Usa Mark Milley. Le anticipazioni del libro di Woodward. Le telefonate di Milley sono state rivelate in estratti del libro di prossima uscita "Peril" dei giornalisti del Washington Post Bob Woodward e Robert Costa. (Notizie - MSN Italia)

Due giorni dopo l'assalto al Campidoglio, il principale consigliere militare di Trump, il generale Mark Milley, intraprese un'azione segreta per impedire a The Donald di ordinare un possibile e pericoloso attacco militare o di lanciare armi nucleari. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr