52enne muore per trombosi in Australia: "Era stata vaccinata con AstraZeneca"

52enne muore per trombosi in Australia: Era stata vaccinata con AstraZeneca
L'HuffPost INTERNO

In Australia i casi valutati come TTS a seguito del vaccino AstraZeneca sono finora 48, con 35 confermati e 13 probabili.

Entrambe erano state colpite da una forma di trombosi con sindrome da trombocitopenia (TTS), un raro effetto collaterale del vaccino anti-Covid anglo-svedese che gli esperti di tutto il mondo stanno studiando da mesi.

Si tratta del secondo caso del genere in Australia dopo la morte di una donna di 48 anni ad aprile. (L'HuffPost)

Su altre fonti

Il sottosegretario Pierpaolo Sileri accenna ad un limite di 40 anni per il suo utilizzo: «Credo che nuove indicazioni sui vaccini siano opportune Vaccini in vacanza, mascherine a scuola a settembre, il tormentato percorso di Astrazeneca da ritoccare per evitare spiacevoli anche se rarissimi casi di eventi avversi tra i giovanissimi. (il Giornale)

APPROFONDIMENTI LIGURIA Astrazeneca, donna di 37 anni ricoverata a Genova dopo la prima dose. Permanendo la situazione di basso livello ematico di piastrine nel sangue, la paziente necessita di monitoraggio presso la terapia intensiva». (ilmattino.it)

È stato sospeso il lotto di Astrazeneca, oggetto ora di valutazioni scientifiche, che era stato inoculato il 27 maggio scorso nell'hub di «Alassio Salute» a una donna di 34 anni ora ricoverata in terapia intensiva al San Martino dopo essersi sentita male al lavoro. (La Stampa)

Genova: un'altra giovane donna in rianimazione colpita da trombosi dopo vaccino

Sempre meno, in Abruzzo, gli 'open day' per i vaccini contro il Covid-19, ma per questioni organizzative e logistiche Sollecitazioni che hanno spinto il Cts a valutare una nuova strategia, soprattutto dopo il caso di trombosi della ragazza 18enne di Genova vaccinata con AstraZeneca (Giornale di Sicilia)

Titolo dell’articolo:. Antonella Viola: «Sbagliato somministrare Johnson & Johnson e Astrazeneca a giovani e donne». Il Gazzettino riporta appunto una dichiarazione di Antonella Viola, immunologa e docente di patologia generale a Padova. (Bufale Un Tanto Al Chilo)

La ragazza era stata sottoposta a un intervento di neuroradiologia per rimuovere meccanicamente il trombo e successivamente era intervenuta l’equipe neurochirurgica per un intervento volto a allentare la pressione intracranica derivante dall’emorragia. (Salernonotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr