Devono essere trascorsi sei mesi dall'ultima somministrazione

Devono essere trascorsi sei mesi dall'ultima somministrazione
ladigetto.it ESTERI

Le date disponibili nei vari centri vaccinali possono variare sulla base della progressiva implementazione delle agende.

Per poter prenotare l’appuntamento in uno dei centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari devono essere trascorsi sei mesi (180 giorni) dall’ultima somministrazione.

In questa fase della campagna vaccinale non sarà possibile accedere ai centri vaccinali senza prenotazione. (ladigetto.it)

Ne parlano anche altre testate

Adesso vaccini ce ne sono a iosa, il prossimo mese sono addirittura previste nuove consegne, eppure la lotta per trovare un posto è identica a quella di dieci mesi fa. Dieci mesi fa a mancare erano i vaccini che arrivavano col gontagocce e la gente stava incollata al computer per trovare un posto libero. (Il Gazzettino)

Per venerdì 26 novembre è stato organizzato un Open Day a Cagliari, che si terrà dalle 15 alle 18 nell'hub dell'ospedale Brotzu. Non sarà necessaria alcuna prenotazione (Sky Tg24)

Ancora i dati di ieri segnalano i vaccinati a 8.882 unità, di cui 1.020 seconda dose e 6.855 terza dose. Come comunicato nel pomeriggio di ieri dalla Regione Piemonte le prenotazioni sul sito www.IlPiemontetivaccina. (TargatoCn.it)

A che punto siamo con le terze dosi

Come per tutte le altre categorie, anche in questo caso, per ricevere la dose booster dovranno essere trascorsi almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione. Lo ha disposto l’assessorato regionale alla Salute, in base a quanto previsto dall’ultima circolare del Commissario nazionale per l’emergenza Covid-19. (Sicilia News)

Rispetto ai 136 mila vaccinabili con la terza dose, queste sono tutte le persone che hanno ricevuto la seconda dose entro il 30 aprile scorso, al momento sono state somministrate 63.109. Sei già registrato o abbonato? Le percentuali dei richiami già somministrati non va oltre il 29 per cento tra gli ultra ottantenni per i quali le agende sono aperte ormai da settimane. (Il Piccolo)

Sulle ospedalizzazioni si vede una riduzione del rischio dell’83% per gli over 80 vaccinati da più di sei mesi e dell’86% per i vaccinati da meno di sei mesi. La riduzione del rischio di morire tra gli over 80 vaccinati da più di sei mesi è del 90% e per quelli vaccinati da meno di sei mesi è dell’86%. (YouTrend)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr