Terremoto di magnitudo 4.1 presso Genova

Corriere della Sera INTERNO

Di Redazione Cronache La scossa è avvenuta nell’entroterra a circa 10 chilometri di profondità ed è stata sentita dalla popolazione. Al momento non si hanno notizie di feriti o danni In blu l’epicentro del terremoto Un terremoto di magnitudo 4.1, secondo una stima preliminare, è avvenuta alle 15.40 a pochi chilometri nell’entroterra della Liguria presso Bargagli, non lontano da Genova. La scossa è avvenuta a circa 10 chilometri di profondità ed è stata sentita dalla popolazione. (Corriere della Sera)

Su altri media

Continua lo sciame sismico. Altra scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è avvenuto nella zona di Bargagli, in alta Val Bisagno e al confine con la Fontanabuona. L'Istituto nazionale di Geofisica ha registrato la scossa oggi alle 15.38 ad una profondità di 9 chilometri. (LevanteNews.it)

La scossa è stata registrata dalle strumentazioni dell’Ingv, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alle 15.38 di questa domenica, 25 settembre, nella zona di Bargagli, a un chilometro dal Comune con coordinate geografiche (lat, lon) 44.4370, 9.0760 ad una profondità di 8 chilometri. (IVG.it)

Disposta l'autopsia da cui verrà la conferma ufficiale. La mamma disperata: Voglio una tomba su cui piangere (il Resto del Carlino)

In seguito alle verifiche fatte dalla sala regionale con i vigili del fuoco e le sale provinciali, non risultano danni in seguito alle scosse di terremoto tra Modena e Lucca, fa sapere Giani. Scossa di terremoto avvertita in quasi tutta la Toscana. (LA NAZIONE)

Nuova scossa di terremoto nel genovesato. Questa mattina alle 9.27 il sismografo ha registrato un sisma del 2.2 della scala Richter con epicentro ancora una volta a Bargagli. (SavonaNews.it)

Dopo quella di giovedì oggi pomeriggio altre due scosse, anche se di minore entità, sono state avvertite a Genova e in altre zone della Liguria. Di nuovo l’epicentro è stato Bargagli. Le scosse in rapida successione sono state registrate dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle 15.38.01 e un secondo dopo. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr