Rolling Stones, cancellata Brown Sugar dalla scaletta del tour. Ecco perché

Rolling Stones, cancellata Brown Sugar dalla scaletta del tour. Ecco perché
Il Messaggero CULTURA E SPETTACOLO

Gli Stones hanno suonato la canzone dal vivo 1.136 volte, seconda solo a "Jumpin' Jack Flash", secondo setlist.fm.

I Rolling Stones, il gruppo simbolo del rock ha deciso di ritirare dalla scaletta della tournée in corso negli Stati Uniti una delle sue canzoni più popolari, nello specifico "Brown Sugar", per il testo che descrive gli orrori della schiavitù.

«Non scriverei mai quella canzone ora – aveva dichiarato Jagger in un'intervista a "Rolling Stone" nel 1995 – Probabilmente mi censurerei»

Nella strofa successiva il testo descrive l'abuso subito dagli schiavi in ​​una piantagione e Mick Jagger conclude il brano cantando: "Come mai hai un sapore così buono. (Il Messaggero)

Su altre fonti

Ciò che fa pensare è che nel 1971 gli Stones erano liberi di esprimersi senza che un'orda di perennemente indignati e ossessionati dal politically correct imponesse la sua visione del mondo Il fatto che i Rolling Stones siano stati costretti a non suonare Brown Sugar perché potrebbe offendere questo o quest'altro, la dice lunga sul periodo - repressivo - nel quale stiamo vivendo. (ilGiornale.it)

La grande differenza, però, è che i Rolling Stones sono una grande band che ha fatto concerti per diversi decenni e in dioverse aree del mondo quando i Beatles non hanno nemmeno hanno fatto un tour in un'arena. (Tiscali.it)

Nel corso degli anni, 'Brown Sugar' è stata la seconda canzone più suonata dal vivo della band dopo 'Jumpin' Jack Flash', secondo Setlist. "Abbiamo suonato Brown Sugar ogni sera dal 1970, quindi abbiamo pensato che per ora mettiamo il brano fuori scaletta e vedremo come va", ha detto. (Adnkronos)

Rolling Stones, Brown Sugar esclusa dai concerti: testo e traduzione della canzone

Dopo 50 anni i Rolling Stones mandano in pensione «Brown Sugar», uno dei loro brani più famosi le cui parole descrivono con immagini crudeli gli orrori della schiavitù. «Brown Sugar» era finora al secondo posto tra le canzoni degli Stones portate più spesso sul palco dalla band: la bellezza di 1.136 volte. (Corriere del Ticino)

La decisione segue le critiche alla canzone per i riferimenti alla schiavitù e al sesso con donne nere. “Abbiamo suonato Brown Sugar ogni sera dal 1970, quindi abbiamo pensato che per ora lo mettiamo fuori e vedremo come va”, ha detto. (La Repubblica)

Sì, sì, sì, Woo! How come you, how come you dance so good. Yeah, yeah, yeah, wooo! (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr