3 maggio - Giornata Mondiale della Libertà di Stampa: ConversAzioni con giornalisti, editori, influencer e scrittori. Spicca la ConversAzione con Corrado Augias. On line sui nostri quotidiani

3 maggio - Giornata Mondiale della Libertà di Stampa: ConversAzioni con giornalisti, editori, influencer e scrittori. Spicca la ConversAzione con Corrado Augias. On line sui nostri quotidiani
Approfondimenti:
TargatoCn.it INTERNO

L’associazione culturale Territori, in collaborazione con numerose testate italiane e con il contributo della Fondazione CRC, organizza per lunedì 3 maggio, una serie di incontri per attualizzare il significato e l’importanza della libertà di stampa all’epoca dei nuovi media, riflettere sul ruolo della stampa estera in Italia e dell’informazione ai tempi delle limitazioni personali e sociali dovute alla crisi pandemica. (TargatoCn.it)

Su altre testate

Nel corso dell’ultimo anno l’UE in diverse occasioni ha preso posizione contro le intimidazioni e vessazioni subite in diversi paesi da giornalisti indipendenti. Libertà di stampa significa sicurezza per tutti (Ruminantia)

La libertà di parola, di cui la libertà di stampa è un caso tecnico, è sancita dall’Articolo 19 della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, eppure nel 2021 nella pratica è spesso negata, calpestata. (Periodico Italiano)

Quindi non è dato sapere di chi siano le opinioni e i voti espressi per giudicare la libertà di espressione della stampa in ogni Paese. Il 3 maggio è la giornata internazionale della libertà di stampa. (L'AntiDiplomatico)

Giornata mondiale libertà di stampa: oggi a Bologna inaugurata la panchina simbolo

Negli ultimi dieci anni, sempre secondo RSF, sono stati uccisi 1059 giornalisti a livello mondiale. Odio e violenza nei confronti dei giornalisti sono in aumento anche in Svizzera, si legge in comunicati di RSF e del sindacato Syndicom. (Corriere del Ticino)

Ed è stata anche la pandemia a condizionare in negativo l'accesso alle notizie e la libertà dei media "Il giornalismo, principale vaccino contro la disinformazione – si legge nella presentazione del Rapporto – è al momento ostacolato in più di 130 Paesi". (Sky Tg24 )

Tra temi che hanno rivestito un ruolo centrale nell’incontro vi sono le querele temerarie di cui ha parlato anche Sabrina Pignedoli: «Nessun giornalista viene risarcito di tutto il tempo speso, della credibilità persa dopo un processo per una querela». (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr