Green pass, Draghi firma il dpcm sulle verifiche in ambito lavorativo - La PiazzaWeb

Green pass, Draghi firma il dpcm sulle verifiche in ambito lavorativo - La PiazzaWeb
La Piazza INTERNO

Il decreto interviene per fornire ai datori di lavoro pubblici e privati gli strumenti informatici che consentiranno una verifica quotidiana e automatizzata del possesso delle certificazioni.

Il Presidente del ConsigliobMario Draghi ha firmato il dpcm con le modalità di verifica del possesso del green pass in ambito lavorativo.

Tali verifiche potranno avvenire attraverso:. l’integrazione del sistema di lettura e verifica del QR code del certificato verde nei sistemi di controllo agli accessi fisici, inclusi quelli di rilevazione delle presenze, o della temperatura;per gli enti pubblici aderenti alla Piattaforma NoiPA, realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze, l’interazione asincrona tra la stessa e la Piattaforma nazionale-DGC;per i datori di lavoro con più di 50 dipendenti, sia privati che pubblici non aderenti a NoiPA, l’interazione asincrona tra il Portale istituzionale INPS e la Piattaforma nazionale-DGC;per le amministrazioni pubbliche con almeno 1. (La Piazza)

Ne parlano anche altri giornali

Per le verifiche, spiegano sempre fonti di governo, si potrà usare anche la app gratuita Verifica C-19. “Sarà quindi consentito il raggiungimento delle sedi di lavoro stesse e l’inizio dell’attività lavorativa in un più ampio arco temporale”. (La Provincia di Biella)

Green pass obbligatorio dal 15, la dipendente comunale no vax: «Tra malattie e ferie sto a casa fino a dicembre. In nessun caso le verifiche potranno prevedere la raccolta e conservazione dei dati dell'intestatario (data del vaccino, guarigione dal Covid-19 o tamponi effettuati). (Leggo.it)

E' quanto emerge dalle linee guida per i controlli sul Green Pass nelle pubbliche amministrazioni dei ministri Renato Brunetta e Roberto Speranza, adottate oggi dal Presidente del Consiglio Mario Draghi con Dpcm. (Adnkronos)

Obbligo del green pass al lavoro. Controlli e privacy, cosa dice il dpcm firmato da Draghi

Incaricati dei controlli sono i coordinatori d’ambito e i responsabili delle aree organizzative autonome, che potranno delegare uno o più soggetti. Per evitare possibili disservizi i dipendenti senza green pass dovranno comunicarlo con un preavviso di almeno 72 ore, per consentire l’eventuale sostituzione (News In Quota)

Infatti il lavoratore che accede al luogo di lavoro senza green pass è soggetto, con provvedimento del Prefetto, a una sanzione amministrativa che va da 600 a 1.500 euro. Come verrà controllato il Green Pass sul luogo di lavoro: le Faq del governo Arrivano le nuove Faq del governo sulle modalità di controllo del Green Pass a lavoro, che dal prossimo 15 ottobre diventerà obbligatorio. (Fanpage.it)

Dal 15 ottobre chi non ha la certificazione verde dovrà essere allontanato dal luogo di lavoro. In nessun caso, comunque, l'assenza della certificazione verde potrà comportare il licenziamento. (ArezzoNotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr