News ultima ora: notizie dall'Italia in tempo reale | Metro

News ultima ora: notizie dall'Italia in tempo reale | Metro
Metro SALUTE

La paziente, vigile, ha potuto seguire le varie fasi dell'intervento che si è svolto in 2 ore di tempo robotico

In caso contrario, i bracci di lavoro rigidi del sistema Da Vinci non avrebbero potuto operare in sicurezza.

Una donna 62enne, dopo aver sconfitto molti anni prima un tumore grazie all'asportazione di un polmone, ora si trovava a convivere con una massa al rene che continuava a crescere e che non poteva essere asportata. (Metro)

Su altre testate

Tempo di lettura: (Mole24)

Un robot chirurgico ha asportato un tumore maligno a una 63enne che, a causa della precedente asportazione di un polmone, non sarebbe sopravvissuta all’anestesia totale nell’80 per cento dei casi. Io ero spacciatissima già otto anni fa, ma sono sempre stata positiva (Sky Tg24 )

Impossibile optare per la laparoscopia, che rischiava di ampliare l’estensione del tumore, così come la chirurgia tradizionale, che avrebbe esposto la donna a complicanze. Protagonista una donna seguita nel reparto di Urologia universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino. (Corriere della Sera)

Alle Molinette un robot asporta un tumore a una paziente sveglia

Nel frattempo la massa renale era cresciuta in modo significativo negli ultimi mesi superando i 5 cm ed era molto profonda. Roberto Balagna (Direttore dell’Anestesia Rianimazione ospedaliera dell’ospedale Molinette) e dal prof. (insalutenews)

Per contro, la chirurgia “tradizionale” a cielo aperto esponeva ad un rischio troppo alto di complicanze”. La paziente, vigile, ha potuto seguire le varie fasi dell’intervento che si è svolto in 2 ore di tempo robotico (Cronaca Qui)

Presa dalla disperazione, la paziente si rivolge. all’ospedale Molinette di Torino. Per. contro, la chirurgia “tradizionale” a cielo aperto esponeva ad un rischio troppo alto di complicanze”. (Il Torinese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr