Gli oggetti che abbiamo lasciato su Marte, dal 1971 ad oggi

Gli oggetti che abbiamo lasciato su Marte, dal 1971 ad oggi
Libero Tecnologia SCIENZA E TECNOLOGIA

Eppure, dalla prima missione sovietica su Marte ad oggi, abbiamo lasciato sul pianeta una quantità di oggetti che, secondo gli scienziati, pesa oltre 9 tonnellate.

E così, mentre Zhurong sembra più impegnato a farsi i selfie, Perseverance ha portato con sé diversi oggetti da lasciare ai posteri, su Marte.

Perseverance, lanciata in piena pandemia da Covid-19, ha portato su Marte anche una targa di tributo agli operatori sanitari, una piccola placca metallica installata sul rover

Sono diverse le missioni attualmente operative sulla superficie marziana: ad andare in giro sul pianeta rosso, infatti, ci sono ancora i veterani Curiosity e InSight, oltre ai due rover quasi-gemelli inviati per ultimi, da Cina e Usa, ad esplorare Marte. (Libero Tecnologia)

Se ne è parlato anche su altre testate

"Sembra che le nostre prime rocce rivelino la presenza di un ambiente in grado di sostenere la vita", ha osservato il responsabile scientifico della missione. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Quindi, solo dopo l’esito positivo della prima fase di scalfittura, si è proceduto con il campionamento. Solo dopo aver portato a bordo con successo questo materiale, il rover cambierà direzione e si sposterà verso un’area più a nord ovest, dove gli scienziati preparano già un’altra sessione (Tech Meteoweek.com)

Leggi anche Sistema solare, scoperti 450 nuovi oggetti prima sconosciuti. Analisi di campioni di rocce da Marte. Un campione di roccia raccolto da Perseverance ha una composizione basaltica e probabilmente è stato prodotto da colate laviche. (Centro Meteo italiano)

Marte, nelle rocce attese sulla terra forse il segreto della vita

Marte, le rocce rivelano un ambiente sostenibile e potenzialmente vivibile. La roccia che ha rilevato ciò è di composizione basaltica e potrebbe essere il prodotto di colate laviche. (Infinity News)

Entrambi i campioni adesso sono custoditi nei contenitori che Perseverance continua a trasportare al suo interno e che in futuro radunerà in un sito vicino al suo campo d'azione. Potrebbero raccontare se Marte abbia mai potuto ospitare la vita, le prime due rocce prelevate sul pianeta rosso dal rover Perseverance della Nasa e destinate ad arrivare sulla Terra dopo il 2030, grazie alle missioni del programma Mars Sample Return (Msr). (Gazzetta del Sud)

«Sembra che le nostre prime rocce rivelino la presenza di un ambiente in grado di sostenere la vita», osserva il responsabile scientifico della missione, Ken Farley. ESPLORAZIONE Virgin Galactic, voli bloccati: in forse la missione a fine mese di. (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr