Esplosione in una macelleria a Palermo: otto feriti, uno è grave

Esplosione in una macelleria a Palermo: otto feriti, uno è grave
TGS INTERNO

Otto i feriti (uno è grave) due dei quali sono risutati positivi al Covid.

Gravi i danni.

Sventrati i locali al piano terra di una palazzina.

Il servizio di Giovanni Villino

L'esplosione della bombola in macelleria, paura ieri sera nella zona della stazione a Palermo.

(TGS)

La notizia riportata su altri giornali

Sul posto stanno operando 7 squadre dei vigili del fuoco oltre a mezzi e personale del 118 e della polizia di stato. I vigili del fuoco stanno ancora operando per raffreddare l’ambiente. (Giornale di Sicilia)

L'esplosione, secondo quanto si apprende dai Vigili del Fuoco, sarebbe stata causata dall'innesco di una sacca di gpl formatasi a causa della fuoriuscita del gas da una bombola Sono sette le persone rimaste ferite nella deflagrazione avvenuta nel tardo pomeriggio: un ferito in codice rosso e due in codice giallo sono stati trasportati all'ospedale Civico. (Adnkronos)

Erano stati portati uno al pronto soccorso dell’ospedale Civico e un altro al Policlinico. Sono stati trasportati all'ospedale Civico e Policlinico. Due uomini rimasti feriti nel corso dell’esplosione nella macelleria etnica in piazza Cupani alla stazione centrale ieri a Palermo sono risultati positivi al Covid19. (BlogSicilia.it)

Esplode bombola di gas alla stazione: paura e feriti VIDEO

Una bombola di gas è esplosa in una macelleria etnica in piazzetta Cupani, vicino alla stazione Centrale di Palermo. Otto persone sono rimaste ferite. (La Repubblica)

L’allarme è scattato quando un rogo ha allertato i residenti della zona che, hanno subito chiamato il 112. Sul luogo è accorsa in poco tempo la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì. (AgrigentoOGGi.it)

Diversi i feriti, due sono ricoverati al Centro ustioni dell’ospedale Civico, altri al Policlinico e all’Ingrassia. Ad innescare l’esplosione potrebbe essere stata una scintilla dell’impianto elettrico. (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr