Piero Angela al ristorante: "ho preteso civilmente il controllo del green pass"

Quotidiano Piemontese INTERNO

“Il cameriere, per far prima, non mi ha controllato il Green pass – riferisce Angela -.

Bene: se nessuno si lamenta che il vigile controlli l’assicurazione, perché non dovrebbe essere lo stesso con il Green pass?”

Ho preteso civilmente, e infine ottenuto, il controllo: non bisogna mai vergognarsi di chiedere il rispetto delle norme”.

Piero Angela, noto divulgatore scientifico e conduttore televisivo di origine torinese, ha raccontato al Messaggero un episodio che ha vissuto in prima persona in un ristorante di Roma (Quotidiano Piemontese)

La notizia riportata su altri giornali

Siete No vax? Non condiviamo assolutamente il Green pass: una misura coercitiva e non democratica, la gente dovrebbe aprire gli occhi. (Il Resto del Carlino)

Alberto e Piero Angela: arriva una fantastica notizia, accadrà nei prossimi giorni. Di recente, Piero Angela è stato protagonista di un diverbio molto acceso avvenuto in un noto ristorante romano. (SoloGossip.it)

La lezione di Piero Angela questa volta arriva sotto forma di aneddoto. Il torinese, noto divulgatore, racconta a Il Messaggero, un episodio che ha vissuto recentemente in un ristorante di Roma. (TorinoToday)

Piero Angela, intervistato da Il Messaggero, ha manifestato tutta la sua rabbia per i mancati controlli del green pass nei locali: “È sempre importante rispettare le regole, ma in questo momento ancora di più: non possiamo lasciarci travolgere dalla quarta ondata”. (BlogSicilia.it)

Bene: se nessuno si lamenta che il vigile controlli l’assicurazione, perché non dovrebbe essere lo stesso con il Green Pass?” ”Il cameriere non mi ha controllato il Green pass. (Blitz quotidiano)

Il cameriere, per far prima, non mi ha controllato il Green pass. A quel punto credo di aver anche gridato (Sky Tg24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr