Zeman: "L'Italia è il paese più dopato al mondo e non solo nel calcio"

Zeman: L'Italia è il paese più dopato al mondo e non solo nel calcio
Più informazioni:
Virgilio Sport SPORT

“Non ci ho mai pensato di smettere, avevo sempre voglia di dare qualcosa ai giocatori e ai tifosi.

Il boemo è tornato a Foggia a trent’anni di distanza dall’esperienza che lo consacrò come allenatore di Serie A.

Io penso che il campionato nazionale ha il suo interesse e faccia da richiamo a tanta gente che lo segue

“Le statistiche dicono che l’Italia è il paese più dopato del mondo in percentuale. (Virgilio Sport)

Ne parlano anche altre testate

C’era gente che prendeva 20 pillole al giorno, non penso che chi fa sport ne abbia bisogno. Poi è venuto fuori che c’era doping vero. (CalcioNapoli1926.it)

Ospite delle colonne di FanPage.it Zdenek Zeman, 74enne tecnico boemo tornato al Foggia per la terza volta in carriera è tornato a parlare della sua lunga battaglia contro l’uso di farmaci e doping nel calcio italiano: "Io ho parlato di abuso di farmaci, poi è venuto fuori che c'era doping vero. (Tutto Napoli)

Poi le forti dichiarazioni sul doping in Italia: “Ho parlato prima di abuso di farmaci. L’allenatore boemo ha rilasciato alcune dichiarazioni a Fanpage.it, con parole molto dure che sul mondo del calcio e dello sport in Italia. (SerieBnews.com)

Bando agli isterismi, il Foggia di Zeman ha bisogno di tempo

Alla fine è stato tutto prescritto, come spesso accade”. Zdenek Zeman, allenatore del Foggia, ha rilasciato un’intervista a Fanpage di cui si riporta un estratto. L’allenatore intervistato da Fanpage: “Io ho parlato di abuso di farmaci, poi è venuto fuori che c’era doping vero. (IlNapolista)

Zeman ha rilasciato una lunga intervista toccando anche il tema del doping. Il tecnico ex Roma si è poi soffermato sul delicato tema del doping: “Io ho parlato prima di abuso di farmaci. (CalcioMercato.it)

A nostro modesto parere, il Palermo è una squadra meno forte di quanto il punteggio di domenica scorsa induca a pensare. Ma quella (reale) preoccupazione è figlia di una squadra che ancora fa fatica a entrare appieno nel mondo di Zemanlandia. (FoggiaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr