Coronavirus, Apple comincerà a riaprire gli Store dalla prima metà di aprile

Coronavirus, Apple comincerà a riaprire gli Store dalla prima metà di aprile
La Stampa La Stampa (Scienza e tecnologia)

Tutti i negozi cinesi di nuovo aperti al pubblico. In un memo interno, Apple ha comunicato oggi al personale che alcuni Store riapriranno a scaglioni a partire dalla prima metà di aprile.

Tutti i dipendenti in regime di smart working continueranno a lavorare da casa almeno fino al 5 aprile.

Su altre testate

Da quel momento in poi gli sviluppatori potranno iniziare a chiedere la pubblicazione in App Store della app macOS incluse nell'acquisto universale. (HDblog)

Tra le numerose migliorie apportate dalla nuova versione, c’è la risoluzione di un problema dell’app Fotocamera che poteva mostrare l’inquadratura oscurata al momento dell’avvio e del bug che faceva risultare i dati cellulare erroneamente disattivati nelle impostazioni. (Wired Italia)

L’offerta iniziale parte da 20 mila dollari. Insomma, il vintage esercita sempre un fascino intramontabile ancor di più quando è legato a grandi personalità o aziende, come Apple. (Tom's Hardware Italia)

Nel frattempo Apple sta continuando a portare avanti le attività di vendita tramite il suo store online che è attivo anche in Italia. Apple ha deciso di chiudere a data da destinarsi tutti gli Apple Store - ad eccezione di quelli situati in Cina - per contrastare la diffusione del Coronavirus (Sars-cov-2) . (HDblog)

Spesso, le previsioni circa i nuovi iPhone si rivelano sempre giuste. Il risultato è veramente incredibile ed è uno spettacolo per gli occhi:. iPhone 12: cosa sappiamo dai rumor? (Telefonino.net)

Potrebbero essere però altri i fattori che potrebbero limitare Apple, e di conseguenza anche Foxconn, nell’assemblaggio dei futuri smartphone. Foxconn avrebbe già avviato la fase di ricerca del personale stagionale – come ogni anno, la produzione degli iPhone richiede una forza lavoro all’azienda asiatica – e sembra essere in linea con le classiche previsioni del periodo. (Webnews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti