Febbre del Nilo, boom di casi nell'ultima settimana

Febbre del Nilo, boom di casi nell'ultima settimana
IL GIORNO SALUTE

Questi sintomi possono durare pochi giorni, in rari casi qualche settimana, e possono variare molto a seconda dell’età della persona

Fra i casi sintomatici, circa il 20% presenta sintomi leggeri: febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, sfoghi cutanei.

Più che raddoppiati i casi d'infezione da Febbre del Nilo (West Nile Virus) nell'ultima settimana di sorveglianza.

19 i casi identificati in donatori di sangue (3 Lombardia, 11 Veneto, 4 EmiliaRomagna, 1 Piemonte), 19 casi di febbre in Lombardia, 16 in Veneto, 1 in Emilia-Romagna, e 1 caso sintomatico (in Veneto). (IL GIORNO)

Su altre fonti

Consigli utili per difendersi dalle zanzare sono contenuti nella brochure informativa scaricabile dal sito della Regione Veneto www.regione.veneto.it/web/sanita/arbovirosi. È importante, infatti, eliminare le fonti di acqua stagnante, tenendo il verde curato e trattando le caditoie con prodotti larvicidi per zanzare. (VeneziaToday)

Possiamo affermare che la West Nile ha soppiantato il Covid, per numeri, in molti reparti, anche ad alta intensità di cura» •un uomo di 66 anni di Maserà di Padova, in Terapia Intensiva. (Il Mattino di Padova)

Spiega Galli: "Il virus della West Nile viene trasmesso alle uova e questo gli consente di superare l'inverno. Che cosa provoca il virus West Nile? (QUOTIDIANO NAZIONALE)

West Nile, cosa provoca l'esplosione dei casi

La circolazione del Lineage 1 è stata confermata nelle province di Venezia, Padova e Rovigo Tutti casi autoctoni, 19 identificati in donatori di sangue (1 Brescia, 1 Lodi, 1 Mantova, 1 Novara, 4 Padova, 2 Piacenza, 1 Ravenna, 1 Reggio Emilia, 5 Venezia, 2 Verona) 19 casi di febbre (10 Padova, 1 Brescia, 1 Lodi, 1 Ferrara, 1 Verona, 3 Venezia, 2 Rovigo) e 1 caso sintomatico (1 Padova). (La Provincia di Cremona e Crema)

Terapia e trattamento. Non esiste una terapia specifica per la febbre West Nile Di cosa si tratta. (Tiscali Notizie)

Non si trasmette da persona a persona. La malattia associata al virus è la febbre West Nile (febbre del Nilo Occidentale). Secondo l’Istituto superiore di sanità (Iss) i casi di West Nile virus in Italia «sono più che raddoppiati nell’ultima settimana». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr