In Emilia-Romagna 61 ricoverati in terapia intensiva, molti non sono intubati

ParmaPress24 SALUTE

In Lombardia, Campania, Piemonte, Lazio, Toscana, Veneto, Liguria, Sicilia si è registrato un aumento maggiore di positivi, poi c’è l’Emilia-Romagna.

Lo comunica l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini.

"La situazione azionale non vede la nostra regione tra le primissime con la massima circolazione del virus, come fu invece a marzo, ma non bisogna abbassare l’attenzione" scrive l'assessore Donini. (ParmaPress24)

La notizia riportata su altri media

I pazienti ricoverati sono 638, con un incremento di 52 unità nelle ultime 24 ore. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 55 decessi, che portano il totale a 36.427 dall’inizio dell’emergenza sanitaria nel nostro paese. (Zazoom Blog)

Lo sottolinea l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, che ricostruisce il quadro sia dei posti letto già attivati, sia di quelli programmati e in fase di attivazione. Prima dell’emergenza Covid, la dotazione complessiva di posti letto in terapia intensiva in Abruzzo era pari a 123. (Info Media News)

Per fare un confronto sensato basta guar… - SaCe86 : Terapie intensive 'sparite' e test Che cosa non sta funzionando - (Zazoom Blog)

Ma di fronte all'aumento esponenziale delle terapie intensive vi è poco da commentare. "Le terapie intensive sono cresciute del 35% rispetto a ieri arrivando a sfiorare le 100 persone. (Logos News)

Ieri i posti occupati erano 71 - in discesa - e oggi sono 96, con 25 ricoverati in più in 24 ore. I guariti e i dimessi sono 154, i morti sono 13 nelle ultime 24 ore, per un totale di 17.057 da inizio pandemia. (La Sicilia)

Con i suoi 634 posti letto già allestiti, e quindi subito attivabili in caso di bisogno, e i rimanenti in fase di realizzazione, il traguardo da raggiungere è ormai vicinissimo: 641, definito dal dicastero sulla base del rapporto tra numero di cittadini e posti letto (14 posti ogni 100mila abitanti). (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr