Pensioni 2021, ultime Proietti: uscita dai 62 e spunti al Governo Draghi

Pensioni Per Tutti INTERNO

Temi sui quali chiediamo al nuovo governo di avviare celermente un confronto con i sindacati.

La riforma pensioni resta uno degli argomenti cardine che il nuovo Governo Draghi, data anche l’imminente scadenza di Quota 100, si troverà ad affrontare seriamente.

Riforma pensioni 2021, consigli al nuovo Governo Draghi. Pensionipertutti: Un consiglio al nuovo Governo Draghi ed al neoministro Orlando, dunque?

Partendo da qui, quali invece i futuri temi prioritari che dovrebbero essere, a suo avviso, trattati col nuovo Governo?

Pensioni 2021, sufficiente la flessibilità in uscita dai 62 anni o occorre altro?

(Pensioni Per Tutti)

Se ne è parlato anche su altre testate

Come andare in pensione subito solo con i contributi o con 64 anni di età. La prima cosa da fare per chi vuole andare in pensione subito è verificare le misure disponibili. Con 64 anni di età e 20 anni di contributi. (Proiezioni di Borsa)

Precisiamo che la situazione prospettata sono solo proposte sulla possibile ristrutturazione della riforma pensione con l’ingresso della pensione Quota 102 in sostituzione di Quota 100 e Ape Sociale, a rischio anche altre misure Previsto l’ingresso della Quota 102 con 64 anni di età e 38 anni di contributi. (Proiezioni di Borsa)

Intervistato da orizzontescuola.it, il Presidente nazionale dell’Anief spiega anche che bisognerebbe anche riconoscere il burnout e introdurre una misura di riforma pensioni per “cercare di svecchiare con delle finestre ad hoc per le pensioni degli insegnanti, cercando di svecchiare la classe docente”. (Il Sussidiario.net)

RIFORMA PENSIONI/ Le ipotesi di intervento per il Governo Draghi

Quota 102 e pensione anticipata senza scatti 8 Gennaio 2021 Sono le proposte di Riforma Pensioni contenute nell’ottavo rapporto sul sistema previdenziale italiano di Itinerari Previdenziali. Pensione di anzianità con 64 di età adeguata all’aspettativa di vita e almeno 38 anni di contributi (Quota 102) (PMI.it)

Con 35 anni di contributi si può uscire anche a 61,7 anni di età, ma in base all’attività svolta e soprattutto, centrando quota 97,6. Come si calcola la quota. Con la pensione in regime usuranti si esce dal lavoro con 61 anni e 7 mesi di età e con 35 anni di contributi versati (per gli autonomi 62,7 anni di età). (Ultim'ora News)

In un articolo sul Sole 24 Ore viene ricordato che Mario Draghi, nel suo discorso programmatico alle Camere, non ha toccato i temi di riforma pensioni. Tuttavia, vista la scadenza di Quota 100 a fine anno, il suo Governo dovrà intervenire in materia. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr