Coronavirus, negli ultimi 10 giorni in Valle d'Aosta l'indice di contagio è tra lo 0,5 e lo 0,6

Coronavirus, negli ultimi 10 giorni in Valle d'Aosta l'indice di contagio è tra lo 0,5 e lo 0,6
AostaSera AostaSera (Interno)

Si precisa che in questi ultimi dieci giorni l’indice Rt misura tra lo 0.5 e lo 0.6” spiega il capo della protezione civile regionale Pio Poretta.

Aosta - L'rt, come evidenziato anche da Brusaferro, in regioni piccole come la Valle d'Aosta può mostrare delle oscillazioni in presenza anche di pochi casi ed è inoltre influenzato dal numero di tamponi eseguiti.

Ne parlano anche altri giornali

“Non possiamo escludere un incremento. nelle prossime settimane, ma non si tratta di una pagella settimanale delle regioni. “In tutte le Regioni i casi sono in decremento ma rimangano le differenze tra le regioni che dividono sostanzialmente in tre aree il paese. (L'HuffPost)

Ma ricordiamoci che il pericolo non e' ancora alle spalle, manteniamo alta l'attenzione e massima prudenza, anche nel periodo estivo". Alcune con pochissimi casi o zero, altre come la Lombardia ancora con un numero significativo", ha spiegato il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro. (Metro)

La curva è in calo” ha commentato il presidente dell’Istituto. La curva epidemiologica dei contagi da coronavirus è in calo in tutte le regioni, compresa la Lombardia. (Notizie.it )

Una piccola riserva solo per la piccola Valle d’Aosta, che ha un profilo di rischio “basso-moderato” ma che è “in osservazione”, come del resto lo è anche la Lombardia. Alcuni di voi mi hanno sollecitato una spiegazione sul dato dell’Rt della Valle d’Aosta riferito nella conferenza stampa di ieri dal presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. (AostaSera)

Il presidente dell’Istituto superiore di Sanità analizza l’andamento epidemiologico. L’analisi dei dati mostra «un netto trend in calo in Lombardia, sebbene sia la regione più colpita. Ma non possiamo escludere un incremento nelle prossime settimane, anche se, ha aggiunto Brusaferro, «non si tratta di una pagella settimanale delle regioni. (Il Dubbio)

Rivolgendo uno sguardo, infine, alla situazione della Lombardia ha spiegato che “c’è un netto calo, quotidianamente c’è un decremento molto significativo dei casi”, fattore che ha portato l’Iss a inserirla nella fascia di rischio basso. (Montagne & Paesi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.