Sblocco dei crediti fiscali: Intesa libera 1,3 miliardi di euro

BibLus-net ECONOMIA

o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo) Stampa articolo PDF Far ripartire il mercato delle cessioni? Intesa San Paolo sblocca oltre un miliardo di credito grazie a un accordo con Ludoil Energy Ormai da svariati mesi tecnici, aziende e cittadini sono intrappolati nella morsa dei crediti. Secondo fonti di stampa sembrerebbe che la leva per sbloccare la morsa possa essere il nuovo accordo firmato tra Intesa San Paolo e Ludoil Energy. (BibLus-net)

Ne parlano anche altre fonti

Intesa Sanpaolo ha fatto un accordo con Ludoil Energy S.p.A., azienda del settore energetico attiva nella logistica infrastrutturale e nelle rinnovabili, per la cessione dei crediti fiscali legati ai bonus edilizi e al Superbonus 110% per un valore di 1,3 miliardi di euro . (Corriere della Sera)

Il Superbonus 110% continua a correre e al 30 novembre, aumenta a 58,11 miliardi di euro l totale degli investimenti ammessi alla detrazione del Superbonus al 110%; a fine ottobre erano stati raggiunti 55 miliardi di euro. (Wall Street Italia)

La nuova cessione, ha spiegato una nota della banca, riguarderà i crediti acquistati dal primo maggio 2022, identificati dal codice univoco introdotto dall'agenzia delle entrate. (la Repubblica)

"ll contratto siglato con Ludoil Energy risponde alla logica di riavviare progressivamente il mercato della cessione dei crediti: l’obiettivo della banca è continuare a coinvolgere un cospicuo numero di imprese per ampliare la propria capacità fiscale, oggi satura" Ultime news sul superbonus 110. (idealista.it/news)

Intesa Sanpaolo si muove sul fronte del Superbonus. La banca guidata dal ceo Carlo Messina ha siglato un accordo con Ludoil Energy, azienda energetica campana attiva nella logistica infrastrutturale e nelle rinnovabili, per la ricessione dei crediti fiscali legati ai bonus edilizi per un valore fiscale pari a 1,3 miliardi di euro. (Sky Tg24 )

L’operazione riguarderà le somme acquistate dal primo maggio 2022. L'obiettivo della banca, guidata dal ceo Carlo Messina, è continuare a coinvolgere un cospicuo numero di imprese per ampliare la propria capacità fiscale, che oggi è satura. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr