Smart working, cosa succederà in Italia da ottobre. La proroga dell'Eni, cosa fanno gli altri

Notizie - MSN Italia ECONOMIA

Questo anche nel caso in cui sindacato e impresa siglino un accordo aziendale a fare da cornice.

Attualmente la presenza delle persone Eni presso le sedi della società è limitata ai presìdi necessari», dicono in Eni.

Ciò significa che dal 1° ottobre sarà necessario stipulare un accordo individuale che regoli lo smart working per ciascun dipendente.

Il sindacato maggioritario della categoria, la Fabi guidata da Lando Maria Sileoni, si è già schierata contro lo smart working di massa: «Se mal utilizzato lo smart working può diventare l’anticamera dell’esternalizzazione di alcune funzioni

Accordi aziendali sullo smart working oltre la pandemia sono stati stipulati anche in Vodafone, Tim, Windtre, Fastweb, Open Fiber. (Notizie - MSN Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il colosso di Redmond ha infatti adottato lo smart working da più di dieci anni, con i lavoratori che già prima della pandemia potevano lavorare da casa 5 giorni alla settimana. Ormai è chiaro che lo smart working ha cambiato profondamente il mondo del lavoro e le grandi aziende sono l’esempio di come questo trend continuerà anche una volta che la pandemia sarà scongiurata del tutto. (InvestireOggi.it)

Il lavoro a distanza, inoltre, permette di includere molto di più, ad esempio le persone con disabilità» Ciò che noi immaginiamo è di fare 2 giorni in ufficio e 3 giorni da casa o dai clienti, concentrando nei primi le riunioni interne e dedicando i restanti al lavoro individuale o a meeting con clienti». (Il Giornale delle Partite IVA)

Di questa ovazione allo smart working a vita c’è da dire che quasi il 60% dei partecipanti era del Nord Italia, 21% del Sud e 21% del Centro. Buona parte degli intervistati lavora da remoto da meno di un anno, ciò dimostra che ci è bastato poco per abituarci a questa nuova forma di lavoro. (The Millennial)

Proroga smart working emergenziale, il nuovo termine potrebbe essere fissato alla fine del 2021. Ad oggi il termine dello smart working emergenziale è fissato al prossimo 30 settembre. (InvestireOggi.it)

Lo smart working comporta spesso un trasferimento nel comune di origine. Ma come potrebbe lo smart working cambiare le esigenze abitative in futuro? (Kongnews)

Per esempio il mondo delle telecomunicazioni è quello più propenso a lasciare lo smart working dopo il Covid in modo massiccio. Accordi per lo smart working anche dopo il Covid sono stati stipulati, nello stesso settore, da altre aziende come Vodafone, Tim, Windtre, Fastweb, Open Fiber (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr