Giustizia, una sponda dall'Ue alla riforma Cartabia: “Misure urgenti”

Giustizia, una sponda dall'Ue alla riforma Cartabia: “Misure urgenti”
Approfondimenti:
la Repubblica INTERNO

Non è esplicito ma il riferimento alle discussioni in Italia sulle riforme in questo settore e in particolare quella sui tempi del giudizio e della prescrizione è abbastanza chiaro.

"Si conferma l'urgenza di misure per aumentare l'efficienza nei processi penali".

Il governo Draghi ottiene l'ennesima sponda da Bruxelles.

Ed è messo nero su bianco nel Rapporto della Commissione europea sullo "Stato di diritto" nell'Unione

Questa volta sulla Giustizia. (la Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

«Siamo pronti a lavorare, con serenità, in commissione per trovare un punto d'incontro», sostiene Antonio Satta, capogruppo grillino in commissione Giustizia. Giustizia, Conte da Draghi ma il M5S non strapperà: la strategia dei pentastellati. (ilmessaggero.it)

In nessuno dei due procedimenti erano contestati reati puniti con l’ergastolo (ad esempio omicidio o strage) Secondo la ministra i timori dei pm antimafia sono infondati, poiché, ha spiegato, “i procedimenti puniti con l’ergastolo non sono soggetti ai termini dell’improcedibilità”. (Il Fatto Quotidiano)

La ministra della giustizia ha replicato durante il question time: precisando che le accuse da ergastolo non sono soggette a improcedibilità. «Spesso, si e’ detto in questi giorni che i procedimenti di mafia e terrorismo andranno in fumo. (Corriere della Sera)

Cartabia: "L'Italia deve rinascere a partire da Napoli"

Un tour in tre tappe per toccare con mano i problemi ormai strutturali che scontano i tribunali campani tra processi arretrati e lentezza dell'azione giudiziaria. (ilmattino.it)

La maggior parte arrivano da M5s che ne ha presentati 917. (askanews) - Sono 1.631 i subemendamenti ai 26 emendamenti presentati dal governo alla riforma del processo penale in commissione Giustizia alla Camera. (Tiscali.it)

"Ma se l'Italia non rinasce da qui, se la giustizia non riparte da qui, non ce la farà da nessuna parte". Lo ha detto, da Napoli, il ministro della Giustizia Marta Cartabia, che oggi ha incontrato nel Nuovo Palazzo di Giustizia i capi degli uffici giudiziaria della Corte di Appello partenopea. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr