Industria in ripartenza: la produzione di aprile supera i livelli pre-Covid

Industria in ripartenza: la produzione di aprile supera i livelli pre-Covid
la Repubblica ECONOMIA

Emergono però anche due elementi di criticità per le imprese: il costo e la reperibilità delle materie prime e la difficoltà a trovare profili professionali qualificati.

Un balzo che consente all'indice di superare "i livelli prepandemici di febbraio 2020".

"Si deve attivare un circuito virtuoso con investimenti ben mirati nell'istruzione e politiche attive efficaci - ha osservato ieri il direttore generale di Federmeccanica Stefano Franchi - Bisogna fare presto e fare bene"

Inoltre, sul fronte del lavoro peggiora la difficoltà delle aziende (sono il 56%) nel reperire i profili professionali necessari. (la Repubblica)

Su altre testate

Tutti i principali settori di attività economica registrano aumenti su base tendenziale, ad esclusione della produzione di prodotti farmaceutici di base (-3,2%). In aprile 2021, mostrano i dati Istat, l’indice della produzione è aumentato dell’1,8% sul mese precedente e del 79,5% rispetto all’aprile 2020, in pieno lockdown e con le attività produttive ferme con la sola eccezione di quelle “essenziali“. (Il Fatto Quotidiano)

Benvenuto nel mondo siderweb. Login. Inserisci qui le tue credenziali di accesso:. . Username Password Ricordami Login Password dimenticata? Ogni lunedì la redazione di siderweb realizza il siderweb TG, il telegiornale della siderurgia che ti aggiorna sulle più importanti notizie della settimana (Siderweb)

Gran rimbalzo, fino e oltre i livelli che si registravano prima della pandemia: la produzione industriale italiana secondo Istat ad aprile 2021. E gira al ritmo suo la produzione industriale, premessa di ampia ripresa dei consumi. (Calciomercato.com)

La produzione industriale ad aprile sale dell'1,8%: raggiunti i livelli pre-pandemia

Si tratta della variazione mensile positiva più forte dal rimbalzo dell’agosto scorso, quando il paese usciva faticosamente dal primo lockdown. Sempre l’Istat ha rialzato le stime del Pil per il 2021, arrivando al +4,7 per cento, anche grazie alla revisione della crescita del primo trimestre passata dal -0,4 per cento al +0,1 (Sky Tg24 )

Su base tendenziale incrementi straordinariamente ampi caratterizzano pertanto tutti i comparti: l’aumento, meno pronunciato per l’energia (+14,2%), risulta elevatissimo per i beni strumentali (+119,5%), i beni intermedi (+98,1%) e quelli di consumo (+62,2%). (L'HuffPost)

Tutti i principali settori di attività registrano incrementi su base mensile, tra cui spicca quello osservato per i beni strumentali». L’indice destagionalizzato mensile della produzione industriale mostra aumenti congiunturali(mese su mese) in tutti i raggruppamenti principali del macro-comparto industriale: variazioni positive caratterizzano infatti i beni strumentali (+3,1%), l’energia (+2,4%), i beni intermedi (+1,1%). (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr