Maturità 2021, una settimana al via: molti studenti non conoscono le “istruzioni basi”

Maturità 2021, una settimana al via: molti studenti non conoscono le “istruzioni basi”
Orizzonte Scuola INTERNO

Maturità 2021, una settimana al via: molti studenti non conoscono le “istruzioni base” Di. Un anno di tempo per metabolizzare le novità non è bastato: a una settimana dal via alla Maturità 2021, tanti studenti ancora non conoscono le ‘istruzioni’ base dell’esame che andranno ad affrontare.

Ma è praticamente su ogni aspetto del maxi-orale che una buona quota dei ragazzi dimostra di navigare al buio. (Orizzonte Scuola)

La notizia riportata su altri giornali

Il candidato, durante il colloquio, deve dimostrare di aver maturato anche le competenze e le conoscenze previste nell’ambito dell’Educazione civica. Si deroga anche al monte orario previsto per i Pcto, i Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. (Il Messaggero)

L'esame - proprio come l'anno scorso - si tiene in presenza e prevede solo un colloquio orale, senza scritti, suddiviso in quattro fasi Quindi sarà una discussione in cui si potranno valutare la maturità del ragazzo, la conoscenza delle varie discipline e anche la competenza dello scritto. (Today.it)

Nel servizio Daniela Pisano insegnante scienza Liceo Stellini e Luca Gervasutti dirigente scolastico Liceo Stellini Parte la campagna per immunizzare i ragazzi che fanno la maturità. Qualche perplessità dai presidi. (TGR – Rai)

Scuola. Conto alla rovescia per la Maturità: come funziona e cosa c'è da sapere

Il 20% denuncia una difficoltà di concentrazione mentre il 16% non riesce a fare una tabella di marcia. A supportare lo studio dei ragazzi ci sono riassunti e mappe concettuali Cosa è più di aiuto quando si studia? (Yahoo Finanza)

Roma, 10 giu. (LaPresse) – “Abbiamo commesso degli errori, ma nessuno può contestare che abbiamo scritto pagine importante nel processo riformatore del Paese e per migliorare la resilienza del Paese”. (LaPresse)

La durata indicativa del colloquio è di 60 minuti. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi non è requisito di accesso, e sono le istituzioni scolastiche a stabilire eventuali deroghe al requisito della frequenza, previsto per i tre quarti dell'orario individuale. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr