Ocasio - Cortez contro Harris. L'immigrazione divide i democratici Usa

Ocasio - Cortez contro Harris. L'immigrazione divide i democratici Usa
Più informazioni:
L'HuffPost ESTERI

Lei, la prima presidente prima vicepresidente afroamericana e di origini asiatiche nella storia degli Stati Uniti.

Ocasio - Cortez, leader dell’ala sinistra del partito democratico ha addirittura definito “deludenti” le parole di Harris riguardo l’immigrazione.

Il presidente Usa ha cercato, fin quando possibile, di agire sul fronte immigrazione rispondendo alle richieste della base del suo partito. (L'HuffPost)

Su altri giornali

Parole che fanno scrivere su Facebook alla leader di Fratelli d'Italia: "Le recenti dichiarazioni del vicepresidente Usa, Kamala Harris, contro l'immigrazione illegale dimostrano ancora una volta come nel mondo tutti si preoccupino di difendere i propri confini. (La Repubblica)

“Secondo, gli Usa hanno speso decenni contribuendo al cambio di regimi e a destabilizzare l’America latina. “Non venite negli Stati Uniti, noi continueremo ad applicare le nostre leggi e a difendere i nostri confini. (Ticinonews.ch)

Parole inattese vista la promessa del Presidente Joe Biden di adottare una politica migratoria "più umana" rispetto al durissimo predecessore Donald Trump. (Sky Tg24 )

Immigrazione, scontro fra Meloni e Letta sulle parole di Kamala Harris

La vice presidente statunitense, Kamala Harris, ha detto ai migranti di Guatemala e Messico di "non venire negli Stati Uniti" perché saranno respinti. Durante la sua prima visita all'estero da quando ha assunto l'incarico, Harris ha parlato del "pericoloso viaggio verso Nord" che intraprendono i migranti invitandoli a "non venire. (RSI.ch Informazione)

Insomma, alla fine destra e sinistra si trovano molto più vicini di quanto vogliano ammettere al fatidico muro di Zanonato Ossia scoraggiare le migrazioni verso il nord dall’America centrale e combattere violenza e corruzione nella regione. (L'HuffPost)

Arrivare fino al confine con gli Usa, ha detto dopo il suo incontro con il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador, "può essere un cammino molto pericoloso e pieno di insidie". "Voglio essere molto chiara sul fatto che i problemi al confine, in gran parte, se non interamente dipendono dai problemi in questo Paese - ha ribadito Harris - non posso ripeterlo abbastanza: gran parte di queste persone non voglio partire e, se lo fanno, lo fanno per due ragioni: perché fuggono il pericolo o perché se stanno a casa non riescono a soddisfare bisogni primari per le loro famiglie". (Yahoo Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr