Vaccini, inchiesta ‘furbetti’ a Biella: 60 avvisi di garanzia

Vaccini, inchiesta ‘furbetti’ a Biella: 60 avvisi di garanzia
LaPresse INTERNO

(LaPresse) – Una sessantina di avvisi di garanzia a Biella per l’inchiesta sui ‘furbetti del vaccino’.

Ne dà notizia ‘La Stampa’, secondo cui si tratta di un terremoto ai vertici dell’Asl della città piemontese.

Fra questi, sono inclusi nomi importanti della città

Fra gli indagati, stando a quanto riporta il quotidiano, ci sono il commissario Diego Poggio, il direttore sanitario Francesco D’Aloia e quello amministrativo Carla Becchi. (LaPresse)

Ne parlano anche altri giornali

Inizia così un comunicato di Dario Iaia, sindaco di Sava e coordinatore provincia di Fratelli d’Italia. Mentre ci sono fragili ed ultraottatenni domiciliari che attendono ancora di conoscere la data nella quale verranno vaccinati, continuano le vaccinazioni a determinate categorie ed a fortunati che, senza conoscerne le ragioni, ma immaginandole, continuano a beneficiare di questo insopportabile privilegio». (ManduriaOggi)

Il protocollo: leggi qui. ' stato sottoscritto da Governo e parti sociali il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti Covid nei luoghi di lavoro. (Il Piccolo)

Per poter essere vaccinati i cittadini dovranno presentare un documento d’identità, la tessera sanitaria e l’attestazione della registrazione effettuata sul portale regionale. (Prima Como)

Vaccini, attivata la prenotazione anche per gli over 70

A comunicarlo l’assessorato alla Sanità e l’Azienda Usl della Valle d’Aosta.Un primo elenco, di circa 80 nominativi, è stato fornito all’assessorato dalle associazioni di riferimento. (gazzettamatin.com)

Molti paesi, invece, hanno enormi fabbriche per fare vaccini antinfluenzali economici, con i virus dell’influenza iniettati nelle uova di gallina. A questo virus viene aggiunto il pezzetto di Dna che serve per fare la proteina Spike modificata a sei proline (L'HuffPost)

A comunicarlo è la Protezione civile regionale che spiega: “Sulla base della disponibilità dei vaccini, nei prossimi giorni saranno ampliate le agende di prenotazione per consentire agli over 70 di prenotare la somministrazione presso i centri di vaccinazione attualmente attivi”. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr