Tumore seno: test genomici possibili per diecimila donne l'anno, Speranza firma decreto

Tumore seno: test genomici possibili per diecimila donne l'anno, Speranza firma decreto
AbruzzoLive SALUTE

Ogni anno in Italia circa 10mila donne colpite da tumore del seno in fase iniziale. possono beneficiare dei test genomici.

Nello studio PONDx, realizzato dal Regina Elena di Roma su 1.738 pazienti, più di un terzo ha evitato la chemioterapia”.

“Il tema dell’accesso gratuito ai test genomici per evitare alle pazienti chemioterapie inutili- conclude Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia- ci vede impegnate da anni

L’introduzione dei test genomici nel percorso clinico delle pazienti rappresenta un esempio virtuoso di sinergia tra Istituzioni, pazienti e comunità scientifica”. (AbruzzoLive)

Se ne è parlato anche su altri media

Ogni anno in Italia circa 10 mila donne colpite da tumore del seno in fase iniziale possono beneficiare dei test genomici. Ora per medici e pazienti è necessario che le Regioni emanino subito i provvedimenti richiesti per l’erogazione del finanziamento. (Quotidiano di Sicilia)

Oggi registriamo i positivi risultati dell’impegno di questa direzione” sottolinea il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi Da qui la decisione di intervenire chirurgicamente, forti della presenza del nuovo primario della Chirurgia oncologica, il dottor Adelmo Antonucci, specializzato in chirurgia generale e in chirurgia pediatrica. (Corriere di Como)

Il tema dell’accesso gratuito ai test genomici per evitare alle pazienti chemioterapie inutili, ci vede impegnate da anni, e siamo consapevoli che non può fermarsi ora. E il 7 novembre è il termine per l’erogazione alle Regioni del 50% del finanziamento per il 2021 (Quotidiano Sanità)

Sant'Anna: eccezionale intervento chirurgico pediatrico. Asportato un tumore al pancreas a una 14enne - Como e Lago di Como

Lo studio “Keynote-522”, in particolare, ha messo in evidenza, in pazienti con carcinoma mammario triplo negativo in fase precoce e ad alto rischio, il ruolo di pembrolizumab, una terapia valutata come trattamento neoadiuvante associato alla chemioterapia, continuata in monoterapia e rispetto alla chemioterapia neoadiuvante seguita invece da placebo. (Sky Tg24 )

(codice errore:605058838). . Il contenuto potrebbe essere trovato attraverso il nostro motore di ricerca La causa potrebbe essere un link inaccurato o troppo vecchio. (Quotidiano Sanità)

La ragazzina era stata ricoverata nel reparto di Pediatria, diretto dal dottor Angelo Selicorni, perché lamentava fortissimi dolori allo stomaco. Da qui la decisione di intervenire chirurgicamente, forti della presenza del nuovo primario della Chirurgia oncologica, il dottor Adelmo Antonucci, specializzato in chirurgia generale e in chirurgia pediatrica. (ComoCity)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr